Marsala, la scuola ricorda le vittime delle foibe

Dopo la “Giornata della memoria” per le vittime della Shoah, il 10 febbraio il Liceo Scientifico “Pietro Ruggieri” ha voluto celebrare il “Giorno del ricordo”, in memoria dei martiri delle foibe e dell’esodo dei profughi dell’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia tra il 1943 e il 1945. Una ricorrenza civile fortemente voluta per non dimenticare quella pagina buia della nostra storia, per troppo tempo quasi del tutto ignorata.
In Aula Magna tutti gli alunni delle quinte classi hanno assistito alla proiezione di un documentario sui massacri delle foibe, sugli eccidi ai danni dei circa diecimila italiani che occupavano quelle terre e che furono uccisi dai partigiani comunisti di Tito sol perché italiani: una “pulizia” politica ed etnica in piena regola, mascherata come azione di guerra o vendetta contro i fascisti. La visione del documentario è stata preceduta da un’introduzione sul tema curata dai docenti di Storia, che hanno poi aperto un dibattito sul significato che oggi assume il “ricordo” delle vittime delle foibe. Per mezzo secolo, infatti, sulle stragi delle foibe e sull´esodo degli italiani dalle terre slave si è steso un pesante silenzio. La partecipazione al dibattito da parte degli alunni e dei docenti è stata proficua e ha offerto numerosi spunti di riflessione. Tra tutti, l’importanza dello studio della storia, che nel ricordare il passato, ci apre la porte al futuro, operativamente e soprattutto responsabilmente.

Nella foto, le professoresse Ingrassia e Perricone.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi