Domenica gran finale alle Orestiadi con il terzo appuntamento di – Iliade un racconto mediterraneo -: David Riondino presenta in prima nazionale – Achille e Priamo

Terzo e ultimo giorno, domani, domenica 26 luglio a Gibellina, con “Iliade – Un racconto mediterraneo”, il progetto che comprende tre spettacoli progettati e diretti da Sergio Maifredi e prodotti da Teatro Pubblico Ligure, con interpreti, rispettivamente, Tullio Solenghi, Amanda Sandrelli e David Riondino.

E con Riondino, alle 21,15 al Baglio Di Stefano, si chiude la XXXIV edizione del Festival Orestiadi, con la direzione artistica di Claudio Collovà. L’artista fiorentino presenta, in prima nazionale “Achille e Priamo” (Libro XXIV). Un gran finale per un festival che si conferma come uno dei più interessanti e importanti della scena teatrale italiana.

Lo scorso anno, le Orestiadi avevano proposto “Odissea – Un racconto mediterraneo”, mentre quest’anno, accompagnati ancora una volta dallo sguardo di Sergio Maifredi, si è posta l’attenzione sull’Iliade, mediante un percorso da costruire canto dopo canto, scegliendo come compagni di viaggio questi tre grandi cantori del teatro contemporaneo.

L’Iliade è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. Achille, Agamennone, Aiace ed Ettore ma anche Odisseo ed Enea. Iliade è un racconto della prima guerra del Mediterraneo e quindi la prima guerra mondiale. Iliade è l´archetipo, il paradigma delle guerre che verranno. Nei suoi versi ci sono il conflitto, l´ira, l´eroismo, il dolore, il rancore, l´amore, il sangue, le armi, la paura, le madri, le spose, i padri, i figli ma soprattutto vi è la morte. La nera morte umanamente temuta, la bella morte eroicamente cercata. La morte che è fine di tutto e che per questo impone i patti di pace come catarsi finale. “Iliade, un racconto Mediterraneo” restituisce alla narrazione orale, al cantore vivo e in carne ed ossa di fronte a noi, le pagine dell’Iliade che dagli anni della scuola abbiamo letto in silenzio. I racconti vivono assoluti. Il “montaggio” avviene nella testa dello spettatore che può conoscere o ignorare gli episodi precedenti.

Il costo del biglietto intero è di 10 euro, mentre il ridotto (over 65, under 24 e titolari ideanet e PMo card) è 8 euro. Prevendite a Palermo da Modusvivendi, via quintino sella, 79. Per maggiori informazioni chiamare lo 0924.67844 oppure visitare il sito www.orestiadi.it.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi