Anche a Trapani vietati i botti

Un’ordinanza Sindacale vieta i botti di capodanno

damiano vito serio“Il divieto assoluto di accendere, lanciare e sparare materiali pirotecnici e similari su piazze vie e aree pubbliche, in tutto il territorio comunale, dal 28 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016.
Fermo restando, l’applicazione delle sanzioni penali ed amministrative previste da leggi e regolamenti, la violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 ac Euro 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D.Legs n. 267/2000″.
E’ quanto stabilito dal Sindaco con l’apposita ordinanza n.213 del 28 dicembre 2015. Un provvedimento che allinea la città di Trapani a molte altre a salvaguardia della pubblica incolumità e a tutela degli animali domestici.
E’ risaputo come in occasione del capodanno lo sparo di mortaretti e fuochi d’artificio comporta un elevato numero di feriti, anche gravi. E non meno importanti sono le conseguenze per coloro che vivono in precarie condizioni fisiche o psichiche costretti a subire ulteriori traumi che spesso hanno negative ripercussioni sulla loro salute.
Cosi come, a volte ci si dimentica dei bambini e degli infanti che non hanno la possibilità di manifestare chiaramente il proprio disagio.
Anche gli animali, specie quelli domestici, subiscono le conseguenze del fragore delle esplosioni che, oltre a generare una evidente reazione di spavento, li porta frequentemente a perdere l’orientamento, con il conseguente rischio di smarrimento e coinvolgimenti in possibili incidenti stradali.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi