Erice, istituito tavolo tecnico di sorveglianza per la Zona Franca Urbana

zfu ericeIl Comune di Erice ha istituito il “Tavolo tecnico di sorveglianza per la Zona Franca Urbana Ericina” per la regolamentazione trasparente delle clausole sociali che riguardano l’assunzione di almeno il 30% di lavoratori Ericini disoccupati di lunga durata, nell’ambito degli appalti pubblici in corso e futuri, all’interno dell’area della ZFU ericina (Trentapiedi, San Giuliano e San Cusumano).
Si tratta di un primo step di appalti e lavori nel comparto edilizio e delle urbanizzazioni, in corso di celebrazione di gara per 6mln per il “Contratto di Quartiere” e d’imminente appalto per 7 milioni di euro per il “Piano per le Città” per un totale di 13 milioni di euro.
Alla prima seduta erano presenti, per il Comune di Erice, il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore alle Grandi Opere e Progetti Strategici Gianni Mauro e i rappresentanti di Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil e Ance-Confindustria Trapani, rispettivamente Enzo Palmeri, Francesco Danese, Sergio Buscaino e Salvatore Franco.
“Unanimi – si legge in una nota – gli obiettivi dei rappresentanti del Comune e delle Parti Sociali sindacali e datoriali sulle delicate questioni poste (prima e trasparente pubblica selezione dei disoccupati …atteso che comunque la scelta definitiva non può che essere titolata in capo al soggetto appaltatore) e piena convergenza con gli obiettivi socio-economici che l’Amministrazione Tranchida ha posto in essere per l’avvio dei prossimi cantieri all’interno dell’area della zona franca urbana ove, ai sensi dell’articolo 69 del codice degli appalti, sono state inserite all’interno dei bandi pubblicati e in corso di pubblicazione le clausole sociali per l’assunzione di lavoratori in oggettive condizioni di disagio residenti nell’area bersaglio per almeno il 30%”.
Il tavolo si è aggiornato al prossimo 8 marzo presso la sede di Confindustria Trapani, “al fine di definire e meglio regolamentare l’applicazione di detta clausola, prendendo spunto anche dai presupposti requisiti professionali, di disoccupazione e ISEE”.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi