Porto, per Trapani cambia scarica barile politico

Uno scarica barile. Viene definito così il dibattito politico sul porto di Trapani dall’associazione Trapani Cambia, che a riguardo parla di “uno dei più tragici scippi che il popolo trapanese abbia subito nella sua storia”.
Assistiamo in questi ultimi giorni ed in queste ultime ore ad un pietoso “scarica barile” della politica trapanese che rimprovera ad altre parti politiche quanto di tragico sta accadendo al porto della nostra città.
Trapani Cambia parla di “politica fatta da irresponsabili” e si pone delle domande: “come mai lo schema di decreto legislativo è stato improvvisamente modificato? (non più di 10 giorni fa) estendendo gli accorpamenti anche ai porti non sede di autorità portuale? Dove erano i nostri rappresentanti parlamentari mentre si “cucinava” la fine dell’indipendenza dello scalo trapanese?” Domanda fondamentale “che individua chiaramente l’illegittimità formale del provvedimento legislativo e quindi chiediamo formalmente al sindaco e al consiglio comunale di esercitare il potere che il diritto pubblico gli consente al fine di opporsi immediatamente alla procedura legislativa ancora in corso a tutela della nostra comunità. Desideriamo pertanto che quello che rimane della politica esca allo scoperto con azioni concrete contro il silenzio di chi ha permesso questa vergognosa scelta governativa sfidando anche chi coltiva la semplice protesta senza una proposta concreta volta ad abbattere questo provvedimento che offende la dignità di tutti i trapanesi”.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi