Passione tango: un gruppo di trapanesi vola in Argentina

Un gruppo di trapanesi, tutti amici tra loro e appassionati di tango, hanno ben pensato di trascorrere qualche giorno di relax e formazione in Argentina, patria del coinvolgente e passionale ballo. Ci hanno raccontato la loro esperienza, fatta di cultura, suggestioni, luoghi e momenti interessanti; un viaggio di cui abbiamo già scritto nei giorni scorsi (QUI il primo appuntamento) e di cui adesso leggeremo una nuova pagina di diario.

foto argentina 005La nostra prima tappa come frequentatori di milonghe è stata la visita pomeridiana presso una sala molto elegante di Buenos Aires. La Confiteria Ideal è un posto storico per gli amanti del tango. È un locale del 1912 in stile “belle époque”. Oggi la Confiteria appare piuttosto decadente, ma si intravedono gli antichi fasti e gli scintillii di lampadari che hanno illuminato il sogno di oblio di una società che voleva dimenticare le brutture e le miseria di una guerra e anestetizzare la nostalgia della madrepatria.
Si entra in una dimensione senza tempo dove si annullano le età anagrafiche e psicologiche. Sulla scena di quel nuovo mondo, veleggiano anime danzanti che si invitano con sguardi eloquenti all’abbraccio e ad un viaggio lungo un tango.
Altre milonghe ci hanno affascinato, ognuna per la sua specificità. El Beso è una milonga tipica con mirada Y cabeceo. Le pareti rosso fuoco, il tetto di travi annerite, luci soffuse e atmosfera retrò e familiare. È una milonga solitamente molto affollata.
La Baldosa, che significa la mattonella, è frequentata dalla gente del posto in prevalenza. I tavoli migliori sono occupati dalle vecchie glorie del tango, che oggi hanno superato gli ottanta. Gli habituè vanno a rendere omaggio a questi grandi con atteggiamento reverente. Non è insolito incontrare famiglie con discendenza e ragazzine giovanissime che vengono introdotte al battesimo della società tanguera. I giovani ballano il tango salon sotto lo sguardo benevolo delle vecchie coppie che ballano in stile porteno.
Il Buenos Aires Club, una volta alla settimana, ospita un’orchestra dal vivo EL AFRONTE. L’orchestra conta da sei a otto componenti, con tre bandoneon virtuosissimi, molto ipnotici, e un cantante con una voce potentissima.
La Viruta è una milonga per nottambuli. Si comincia tardi, quando i maestri hanno terminato le lezioni e le partecipazioni agli eventi mondani. Il livello è molto alto e vale la pena di stare a guardare.
L’Obelisco, il Club Griselle e La Milonguita alla sala Armena sono abbastanza ben frequentate.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi