“Pescatori siciliani? L’U.E. se ne lava le mani. Intervenga la Politica”

Intervento di Tumbiolo al Parlamento Europeo“L’U.E. delude ancora una volta i pescatori siciliani con risposte elusive sulla pesca mediterranea e sui danni provocati dall’annosa guerra del pesce”. Così il Presidente del Distretto Produttivo della Pesca, Giovanni Tumbiolo, è intervenuto commentando la recente risposta del Commissario UE alla Pesca ad un’interrogazione parlamentare bipartisan (primo firmatario l’On. Remo Sernagiotto, componente della Commissione Pesca del Parlamento U.E.) a seguito dell’audizione dello stesso Tumbiolo al Parlamento Europeo sulla nuova dimensione esterna della Riforma della nuova Politica Comune della Pesca.
Il Presidente del Distretto Siciliano ha ancora una volta sottolineato i danni subiti negli ultimi 50 a causa della guerra del pesce: oltre 300 pescatori prigionieri nelle carceri dei Paesi nordafricani, pesanti oneri pagati per il riscatto degli oltre 150 pescherecci sequestrati, (dei quali 6 definitivamente confiscati); un danno economico, oltre che sociale, che gli esperti dell’Osservatorio della Pesca hanno calcolato in oltre 90 milioni di euro pagati esclusivamente dai pescatori ed armatori siciliani.
“Chiediamo – ha dichiarato Giovanni Tumbiolo – all’Unione Europea il giusto risarcimento dei danni subiti a causa dell’assenza dello Stato e soprattutto della stessa U.E. che da un lato impone regole stringenti e dall’altro se ne lava le mani quando si tratta di tutelare e difendere i propri pescatori catturati in acque internazionali in dispregio ai principi del diritto del mare. È giusto che l’U.E. ripaghi il danno causato”.
Il Presidente del Distretto della Pesca ha scritto ai rappresentanti competenti in materia del Governo regionale e nazionale, gli Onorevoli Antonello Cracolici e Giuseppe Castiglione, chiedendo un responsabile ed autorevole intervento per ripagare la Comunità dei pescatori del danno subito.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi