Azione di co-marketing tra i Comuni per la permanenza di Ryanair. La replica dell’0n. Fazio alla nota del sindaco Vito Damiano.

fazio-a-confindustria«Le parola del sindaco di Trapani, Vito Damiano, affidate ad un comunicato stampa (per altro pubblicato prima della riunione che avrebbe trattato il tema e che si sarebbe svolta nel pomeriggio presso Assindustria), mi danno l’idea di un voler mettere le mani avanti». Lo afferma il deputato regionale Girolamo Fazio che ribatte alle parole vergate dal sindaco Damiano in una sua nota sull’azione di co-marketing tra i Comuni per la permanenza di Ryanair e sul ruolo della Regione.
«La veemenza con la quale Damiano si scaglia contro la deputazione regionale e contro la stessa Regione siciliana a proposito delle azioni di queste ultime riguardo il sostegno all’Airgest, all’azione di co-marketing ed i rapporti con Ryanair – dice Fazio – non impressiona e appare piuttosto come una sorta di scusa preventiva. Intanto perché non è chiaro nella sua richiesta di incontro con il presidente Rosario Crocetta che tipo di proposta concreta intende avanzare o che tipo di assicurazioni intende raccogliere. La Regione ha già fatto quello che doveva e poteva fare con i limiti imposti dal rispetto della normativa europea sugli aiuti di stato».
«Mi chiedo – continua Fazio –: perché il sindaco di Trapani non si rivolge a quella parte politica che è componente essenziale della sua maggioranza consiliare? e che pure ha una rappresentanza all’ARS di tutto rispetto? e che sostiene il presidente Crocetta con il quale egli insistentemente chiede interlocuzione? Dunque si rivolga ai suoi deputati di riferimento, oppure eviti di strepitare».
«Infine – conclude il deputato regionale –, se non altro per rispetto di quanti, suoi colleghi sindaci, erano presenti alla riunione nella sede di Assindustria, iniziata alle 15 e terminata alle 18, sarebe dovuto rimanere fino alla fine anziché andarsene dopo un’ora e dopo aver riversato su tutti il suo inutile livore senza aver avanzato una proposta concreta, se non la richiesta di incontro con Crocetta, in direzione di un percorso condiviso e operativo, come invece hanno fatto tutti i presenti».

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi