Non vuole prostituirsi e viene sequestrata, blitz della Polizia a Castelvetrano. Donna liberata, tre gli arresti

arresto-polizia1Una giovane donna nigeriana che sfugge alla povertà del suo paese d’origine, giunge in Sicilia ma viene costretta da alcuni connazionali a prostituirsi. Lei si rifiuta e viene sequestrata, ma riesce a contattare un’organizzazione per le migrazioni. Passaggio che si rivela fondamentale per la liberazione.
Contorni di una storia da non credere, ma che è stata battuta dai giornali locali e sta già facendo il giro del web. I fatti sarebbero accaduti a Castelvetrano, dove una ragazza sarebbe stata liberata alle prime luci dell’alba nel corso di un blitz coordinato dalle questure di Palermo e Trapani. Tre le persone arrestate, tutte di nazionalità nigeriana, individuate grazie al coraggio della donna, la quale sarebbe riuscita a chiedere aiuto all’Organizzazione internazionale per le Migrazioni tramite un cellulare sfuggito agli aguzzini. Grazie alla descrizione degli spazi esterni che si potevano scorgere dalla stanza nella quale la giovane era segregata, la polizia sarebbe riuscita a localizzare il luogo di prigionia e a mettere fine a un incubo.

Foto Archivio

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi