La pallacanestro Trapani abbatte la capolista Biella

trapani-biellaNel giorno della centesima presenza in maglia granata di Andrea Renzi, la Lighthouse infligge la seconda sconfitta stagionale alla capolista, conquista la terza vittoria consecutiva e si proietta verso le zone nobili della classifica. Partita molto equilibrata nella prima metà (35-35 al 20’) ma nella terza frazione i padroni di casa realizzano ben 28 punti e riescono a ritagliarsi quel margine di vantaggio che, di fatto, Biella non riuscirà più a ricucire. Ottima la prestazione di tutti gli effettivi di coach Ducarello che, nonostante le pesanti assenze di Tavernelli e Tommasini, hanno messo in campo un agonismo che ha imbrigliato gli avversari ed ha permesso loro di conquistare i due punti. Finisce 85-73.

Michele Carrea (coach Angelico Biella): “Abbiamo riscontrato enormi difficoltà nel giocare contro una squadra che ha utilizzato un assetto che non aveva mai messo in campo fino ad oggi. Avevamo previsto che Mays avrebbe preso la squadra in mano ma non siamo mai riusciti a trovare le contromisure giuste. Siamo stati forse troppo leggeri in difesa e l’assenza di Udom ci ha tolto un uomo fondamentale nelle rotazioni. Nella prima metà del match abbiamo limitato Renzi ma, alla fine, non eravamo quasi mai puntuali nelle rotazioni difensive ed in attacco ci siamo affidati quasi esclusivamente ai nostri americani”. ducarello

Ugo Ducarello (coach Pallacanestro Trapani): “La cosa che mi preme dire è che la squadra dedica la vittoria a Riccardo Tavernelli. Voglio evidenziare l’attaccamento di questi ragazzi alla maglia; oggi tutti hanno dimostrato un grande orgoglio e soprattutto di avere gli attributi. Hanno interpretato al meglio quello che volevamo e sono riusciti a mettere in campo tutte le contromisure che avevamo predisposto per provare a limitare le loro bocche di fuoco. E’ chiaro che abbiamo avuto qualche difficoltà in cabina di regia ma tutti si sono adattati ed hanno fatto quella piccola cosa in più che poi, alla fine, ha fatto la differenza. “Voglio ringraziare la società. Oggi si dice che non esistono più le bandiere. La scelta del contratto ad Andrea invece dimostra che le bandiere ancora esistono e mi auguro di cuore che un giorno possa vedere la maglia di Andrea appesa sul tetto del palazzetto assieme a quelle degli altri giocatori che hanno fatto la storia della pallacanestro a Trapani”.

Pietro Basciano (Presidente Pallacanestro Trapani): “Complimenti a tutti per la vittoria di stasera. Oggi abbiamo avuto la conferma che il gruppo è la cosa più importante e, nonostante le difficoltà, siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Ho voluto presenziare a questa conferenza per comunicare a tutti che abbiamo stipulato con Andrea Renzi un nuovo contratto di 5 anni. Con Andrea in questi quattro anni insieme si è creato un legame che va al di là di quello tra presidente e giocatore; tra di noi c’è un rapporto sincero, di stima e rispetto reciproco. Per questo motivo e perché riteniamo che sia il miglior pivot della Serie A2 e non solo, abbiamo deciso, in pieno accordo con lui ed il suo procuratore, di prolungare il rapporto tra Andrea e la Pallacanestro Trapani. Andrea ha dimostrato con l’esempio e la professionalità il grande rispetto che ha nei confronti della società e l’amore che nutre per la maglia granata. Stipulare un contratto di 5 anni è qualcosa di unico nel panorama cestistico ma il nostro è un progetto a lungo termine e vogliamo che Andrea continui ad essere la nostra bandiera”.

renzi8Andrea Renzi: “Sono un po’ emozionato, questo è un passo importantissimo per la mia carriera e per la mia vita. Sarebbe riduttivo provare a dire quanto ami questa maglia e questa società. Mi sono sempre sentito a casa, ho sempre goduto dell’affetto del presidente ed oggi, nel giorno delle mie 100 presenze in maglia granata, sono felicissimo ed orgoglioso di poter dire che resterò a Trapani per altri 5 anni”.

Andrea Forti (procuratore di Andrea Renzi): “In tanti si chiederanno se non saranno troppi 5 anni di contratto ma per noi la programmazione è una cosa fondamentale e Trapani è sempre stata la prima scelta di Andrea anche davanti alle richieste della serie A. Il discorso economico è stato l’ultimo dei problemi perché se fosse stata una questione di soldi avremmo potuto scegliere strade alternative; Andrea sta benissimo a Trapani e non ha mai pensato di cambiare casacca”.

La cronaca

1°Quarto. Entrambe le formazioni partono molto contratte ma al 2’, con due triple consecutive di Hall, Biella si porta sul 6-0. Il primo canestro di Trapani è firmato al 4’ dalla penetrazione di Viglianisi (4-6 al 5’). Biella si blocca a quota 6 e Trapani piazza un break di 10-0 che costringe coach Carrea a chiamare il primo time-out (10-6 a 3’30’’). Al rientro in campo l’Angelico risponde con un parziale di 7-0 prontamente interrotto dagli 8 punti consecutivi di Mays. La prima frazione si conclude con la Pallacanestro Trapani in vantaggio 18-15.Serie A2 - Giornata 1 - Pallacanestro Trapani vs NPC Rieti

2°Quarto. Partone bene le due formazioni con buone giocate in attacco (30-25 a 5’44’’ dal termine). I canestri di Ferguson e la tripla di De Vico permettono agli ospiti di riportarsi in vantaggio (32-33 a 3’36’’) e costringono coach Ducarello a chiamare time-out. Con i 3 punti di Ganeto la Pallacanestro Trapani riesce ad impattare a quota 35 a 1’01’’ dalla pausa lunga. Negli ultimi 60’’ non succede nulla: al 20’ il risultato è di perfetta parità (35-35). 

3°Quarto. Al rientro in campo la Lighthouse mette a segno un parziale di 8-0 (43-35 al 22’) ma Biella ricuce in un amen grazie alla premiata ditta Fergusson-Hall: 43-43 a 7’ dal termine. I 2 liberi di Renzi e la tripla di Ganeto ridanno slancio ai granata che, a 4’40’’dalla fine, conducono 53-45. Le due triple di De Vico permettono ai ragazzi di Carrea di riavvicinarsi (57-51al 28’) ma Trapani non demorde e, grazie a Renzi e Scott, riesce a concludere la frazione sul +10: 63-53.

4°Quarto. Ferguson riporta sotto i suoi con una penetrazione e 2 liberi (65-59 a 7’45’’ dal termine) ma Trapani, con la tripla di Ganeto, riesce comunque ad ottenere il massimo vantaggio (+11). A 5’30’’ dalla fine i granata hanno ancora 10 lunghezze di margine (72-62) e coach Carrea decide di chiamare time-out. Al rientro in campo Andrea Renzi prende per mano i suoi e, con 5 punti di fila, regala ai padroni di casa il nuovo massimo vantaggio (77-63 a 3’50’’). Negli ultimi 3’ le due squadre hanno già raggiunto il bonus e vanno molto in lunetta. Il gioco a due tra Mays e Scott regala ai granata il +15: 83-68 a 1’40’’ dalla fine. Biella prova a rientrare con la forza della disperazione ma ormai è tardi: finisce 85-73.

Lighthouse Trapani – Angelico Biella: 85-73

Tabellino

Parziali: (18-15; 17-20; 28-18; 22-20)

 Lighthouse Trapani: Tommasini n.e.; Mays 27 (6/10; 4/8), Renzi 17 (6/8), Filloy 4 (1/1; 0/2), Scott 12 (4/9; 0/2), Costadura, Nicosia n.e., Viglianisi 7 (2/2; 1/1), Simic 2 (1/3), Ganeto 16 (3/5; 3/7), Longo ne.

All.: Ugo Ducarello Ass.: Matteo Jemoli, Daniele Parente.

 Angelico Biella: Ferguson 23 (3/6; 4/9), Hall 21 (4/8; 3/10), Massone n.e., Venuto 4 (1/4; 0/3), Pollone L. 3 (1/2 da 3), De Vico 13 (1/2; 3/8), Pollone M. n.e., Wheatle 2 (1/3; 0/2), Rattalino, Tessitori 7 (3/4), Pasqualini n.e.

All.: Michele Carrea Ass.: Francesco Viola.

 Arbitri: MARTINO GALASSO di SIENA (SI); ANDREA BONGIORNI di PISA (PI); LEONARDO SOLFANELLI di LIVORNO (LI).

 Spettatori: 2000 circa

 

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi