Fazio contro tutti

fazio contro tuttiLa decisione del consiglio comunale di Trapani che ha sancito la decadenza dell’on. Girolamo Fazio da consigliere comunale ha dato la stura ad una nuova guerra: quella dei comunicati. Tutti a comunicare qualcosa, particolarmente comunicatore è, ovviamente, l’on. ex consigliere comunale . Potremmo titolare questa guerra come “Fazio contro tutti”. Basta, infatti, che qualunque social pubblichi anche una semplice osservazione su quanto accaduto a Palazzo D’Alì che non vada a genio al nostro ancora deputato regionale che immediata arriva la sua risposta. Sappiamo che Fazio ha un ottimo ufficio stampa, questo non ci esime di dover leggere anche alcuni svarioni sicuramente frutto delle indicazioni ( o “suggerimenti”) dati all’ufficio stampa. Per la verità anche dall’altra parte gli svarioni ci sono e in qualche caso comprendono, spiace dirlo, anche la lingua italiana.
Pari e patta? Non proprio. Leggere per esempio che una sentenza di condanna del tribunale, per giunta definitiva, esalta le qualità del condannato, sino a giustificarne il reato commesso, è solo un insulto all’intelligenza di chi legge. Altra cosa è la giustificazione che il pregiudicato condannato ha dato in sede processuale al suo atto che correttamente viene riportata nella sentenza. Rimane la condanna e questa definitiva. Poi c’è la storia del ricorso al TAR che sarebbe stato già trasmesso all’organo di giustizia amministrativa. Insomma, il deputato di Fulgatore non ha perso tempo, sicuramente aveva già pronto il ricorso essendo scontato l’esito del voto in consiglio comunale, rimane un dubbio: cosa ha allegato a corredo del ricorso, forse gli articoli dei giornali che parlavano del caso? Ricordiamo che alla decisione del consiglio non è stata data neanche l’immediata esecutività e la delibera che esclude Fazio dal consesso cittadino deve andare in ostensione, solo dopo questi termini potrà ottenere copia e chi interessato potrà trasmetterla al TAR. Se non hanno le carte ufficiali, cioè la delibera con il verbale del consiglio comunale, quello ultimo, perché i precedenti erano ancora interlocutori, di che cosa discutono i magistrati?Ma la necessità politica era di far sapere ai fans che si è già provveduto: non scoraggiatevi, non mi abbandonate!
Poi ci sono i comunicati sugli accordi sottobanco: quello è il capitolo più esilarante. Ciascuna parte accusa l’altra, e tutti accusano tutti. Verrebbe da ricordare un vecchio adagio sulla rogna, lo risparmiamo ai lettori. Diciamo che nessuno è immune, a cominciare da coloro che si definiscono non politici ma che da 15 anni con e dalla politica attingono per ricevere potere e lauti stipendi. Ma questo capitolo sugli accordi avrà una verifica quando verranno ufficializzate le candidature al consiglio, non solo degli aspiranti Sindaco ma anche consiglieri.
E a proposito di candidati Sindaco dobbiamo correttamente osservare che l’unico comunicato di sola natura politica è arrivato dal candidato Sindaco Pietro Savona. Ha scritto di politica, ha fatto un esame politico della situazione, non si è infilato nella polemica, suggerendo soluzioni e prospettive nell’interesse della città. Per fortuna. Viene da concludere che per questa povera città c’è ancora qualche speranza!

A.B.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi