La replica di Giacomo Tranchida al segretario PD trapanese Brillante

brillante contro tranchidaLeggo, senza stupore per la verità, le imputazioni che finalmente a voce alta in relazione alla mia condotta politica (e non in maniera subdola come da alcuni mesi) l’avv. Brillante, segretario cittadino del PD di Trapani muove, con la presunzione di condannarmi. Non mi avvalgo della facoltà di non rispondere confermando in pieno i miei “reati”. Mi si accusa  di essere un politico di professione? Sono stato due volte Sindaco di Valderice, due volte Consigliere Provinciale e due volte Sindaco di Erice, sempre mettendoci la faccia ed eletto direttamente dai cittadini…facendo vincere e stravincere in territori di centro destra conclamati il PD ed il centro sinistra, ma soprattutto cercando di far vincere innanzitutto il partito degli interessi delle comunità cittadine rappresentato.

Si ho fatto il mediano, il terzino e l’attaccante e segnato anche qualche goal facendo vincere la squadra del cuore. E’ questa la colpa? Per Brillante è arrivato il tempo di mettere le mie scarpe al chiodo? Lo decideranno ancora una volta i cittadini, non certo il Brillante di turno, che ad oggi non ha dimostrato, nemmeno stando seduto in panchina, il campione che sicuramente si rivelerà mettendoci la faccia. Si perché in politica valgono gli esami sul campo, e i titoli, quali riconoscimenti arrivano se legittimati dai cittadini. Poi si può anche essere un buon raccoglitore di tessere. Ognuno ha le sue passioni.

Brillante è nervoso, non solo perché ha perso le primarie di Erice, ma perché comprende che non ha una strategia per far vincere il PD a Trapani…e in tale direzione mi sono permesso di dare la miae da tempo, senza nulla togliere al merito di Pietro Savona che ci sta mettendo la faccia, cercando per quanto possibile di dare anche in questa fase – e guardando in prospettiva – una mano per far vincere il PD e dare finalmente il buon governo a Trapani, arginando la stagione politica di D’Alì e di quel centro destra che abbiamo già polverizzato ad Erice.

La mia presenza per le prossime competizioni regionali e non, viene vista con preoccupazione da parte di Brillante & C, pertanto si utilizza ogni occasione per isolarmi e strumentalmente attaccarmi? Ci può stare, l’importante che oggi lo si faccia finalmente alla luce del sole.

I cittadini decideranno, non i pacchetti delle tessere che si rappresenta”.

Giacomo Tranchida

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi