Conferenza dei servizi odierna sulla vicenda eritrine, Damiano: nulla è cambiato

eritrineNel corso della conferenza di servizi odierna, tenutasi a Palazzo D’Alì, alla quale l’Amministrazione comunale aveva invitato il Presidente dell’Ordine degli Agronomi, la Sovrintendente ai beni culturali,  il rappresentante del comitato pro eritrine,  il Dirigente dell’Ispettorato dipartimentale delle foreste,   le due società incaricate (Demetra e PQ2011),  Direttore dei Lavori, Dirigente e tecnici comunali e alla quale non hanno inteso partecipare la Sovrintendente ai BB.CC.,  entrambe le società incaricate, il Dirigente dell’Ispettorato dipartimentale delle foreste,    al  fine di discutere e di trovare soluzioni condivise e sostenibili che potessero scongiurare l’abbattimento delle eritrine, sono stati recepiti gli indirizzi e le considerazioni espressi dagli intervenuti.

Purtroppo, va rilevato che, al di là delle reazioni emotive di quanti intenderebbero tutelare il patrimonio vegetale, l’argomento si è incentrato sul rispetto dell’ambiente, del patrimonio arboreo e anche di quello paesaggistico e identitario, senza che nulla sia stato espresso in relazione alla tutela della sicurezza e incolumità pubblica, motivo principe che aveva indotto l’Amministrazione comunale a conferire l’incarico di esame delle condizioni attuali e di verifica della stabilità di tutti gli alberi ad alto fusto esistenti sul territorio comunale.trapani_municipio

L’Amministrazione, ha ancora una volta puntualizzato che, a fronte di uno studio riportante anche gli interventi da eseguirsi, suggeriti da esperti professionisti e in buona parte già realizzati che hanno consentito di mettere in sicurezza ben 574 alberi su 717, si oppone un esame fatto eseguire a campione su un ridotto numero di piante e che, in parte, ha confermato le conclusioni alle quali sono pervenute le due società incaricate dal Comune.

È stato ribadito che, in assenza di nuovi e contradditori elementi che le “parti” vorranno fornire in tempi ragionevolmente brevi, l’Amministrazione ha intenzione di procedere, intanto, all’abbattimento di due alberi (uno in viale Duca d’Aosta e uno in piazza V. Veneto) sui quali c’è stata convergenza di giudizio e secondo le indicazioni date dall’ATI (Associazione Temporanea di Imprese), nell’esclusivo e inderogabile interesse alla tutela e alla salvaguardia della pubblica e privata incolumità.

damiano-sindacoL’impegno dell’Amministrazione, è stato ancora una volta ribadito, sarà quello di ripristinare l’originario assetto di filari,  alberate e alberi monumentali con giovani essenze della medesima tipologia e specie che possano garantire, per i prossimi decenni, le necessarie condizioni di sicurezza nonché di rispetto del paesaggio e dell’ambiente.

“La conferenza di oggi – ha dichiarato il Sindaco – ha fatto emergere, da parte di qualcuno, il disinteresse alla problematica sotto il profilo tecnico e ad una fattiva collaborazione, confermando, ancora una volta, altre poco pertinenti ed esclusive motivazioni di ordine opportunistico e di sterile polemica con l’azione svolta dall’Amministrazione comunale.”

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi