Arrestato 16enne: scippava gli anziani

scippoAdolescente ma già scaltro e dedito a commettere reati predatori. È questo il quadro che, dopo diverse denunce e le conseguenti indagini, i carabinieri della Compagnia di Alcamo hanno delineato riguardo G.P., 16enne alcamese.
Il ragazzo era diventato l’incubo degli anziani, sia uomini che donne, scippati mentre passeggiavano per le vie del centro storico di Alcamo.
“L’aggressore – si legge in una nota dei militari dell’Arma –, in alcune occasioni spalleggiato da un coetaneo già identificato dai Carabinieri, avvicinava l’anziano alle spalle e non esitava a strappargli di mano la borsa o il portafogli, incurante dell’eventuale caduta al suolo della vittima che spesso riportava anche lesioni”. Dopo lo scippo, il minore fuggiva a piedi tra i vicoli, sicuro di non poter essere raggiunto dalla vittima.

Ma come si è riusciti a risalire a G.P.? Le indagini dei Carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Alcamo, hanno consentito di identificare il giovane anche attraverso una dettagliata analisi dei filmati estrapolati dalle telecamere di videosorveglianza di privati cittadini che risiedono o sono titolari di attività commerciali ubicate nei pressi dei luoghi dove sono avvenuti gli scippi.
Proprio grazie alla telecamera di sorveglianza di un esercizio commerciale, il pomeriggio dello scorso 7 giugno i Carabinieri hanno catturato l’immagine di G.P. mentre scippava un anziano.
Grazie all’imponente spiegamento di forze messo in campo dai Carabinieri della Compagnia di Alcamo, a poca distanza temporale dal reato, gli uomini in abiti civili del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno intercettato il minore in pieno centro con indosso ancora gli indumenti utilizzati durante l’ultimo scippo.

“Il minore – precisano i militari –, consapevole della gravità dei fatti contestatigli, ha immediatamente collaborato con i Carabinieri e ha indicato il luogo ove aveva gettato il portafogli della vittima, che veniva poi recuperato”.
Gli uomini della Stazione Carabinieri di Alcamo, hanno successivamente ricostruito tutti gli spostamenti effettuati negli ultimi giorni da G.P. e lo hanno deferito al Tribunale per i minori di Palermo addebitandogli almeno altri due episodi simili in danno di due anziane donne.
Nella mattinata di oggi, l’Autorità Giudiziaria Minorile ha emesso a carico di G.P. l’ordinanza della misura cautelare del collocamento in comunità.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi