Abusivi in spiaggia e alla funivia: Francesco Salone presenta un esposto

152“L’estate volge al termine e tra un’ondata di calore e l’altra credo si possano cominciare a trarre alcune considerazioni – dichiara Francesco Salone –. L’estate 2017 sarà ricordata per gli incendi boschivi, per la grande quantità di rifiuti ingombranti abbandonati nelle strade del capoluogo, per le costanti e continue rotture delle condotte fognarie, per i divieti di balneazione e la chiusura delle spiagge, per la presenza imbarazzante di abusivi di ogni tipo in aree che dovrebbero essere pubbliche o addirittura demaniali”.
Per questi motivi, Salone ha deciso di presentare un esposto.
“La città di Trapani – ha aggiunto –, nonostante la presenza del Commissario, vive uno stato di abbandono, duole dirlo ma è così, a causa di una pesante eredità della precedente amministrazione. Forse sarà anche il caso, ma quattro rotture delle condotte fognarie tra via libica e via Marsala, e i disagi di una spiaggia, laddove ricade il pennello di scarico in mare, periodicamente interdetta alla balneazione, preoccupano non poco. Occorre vigilare, e agire con pugno di ferro con sanzioni e se necessario denunce per violazione delle norme ambientali,perché pochi cittadini incivili non trasformino le nostre strade in angoli più simili a discariche che a pubblica via. I controlli della polizia municipale, ma anche delle altre forze di polizia appaiono insufficienti, episodici e non coordinati”.

“Per quel che riguarda l’abusivismo e l’occupazione proditoria di spazi pubblici due situazioni balzano agli occhi, circostanze denunciate attraverso un esposto alla Procura della Repubblica e a tutti i vertici delle forze dell’ordine, oltre che reso noto ai sindaci di Trapani ed Erice: il controllo assoluto dei posteggiatori abusivi nell’area della funivia che ora ‘gestiscono’ fuor da ogni regola persino i parcheggi a pagamento, e la presenza imbarazzante di ambulanti e baracchette senza licenza davanti alla funivia e persino sulla spiaggia. Questi ultimi infischiandosene delle regole del demanio marittimo e di ogni principio legato alle norme d’igiene hanno persino collocato davanti il bagnasciuga un camper, con frigoriferi alimentati da cavi elettrici che attraversano la spiaggia. È questa l’immagine che vogliamo dare ai turisti. Spiagge occupate da baracchini privi di ogni decoro, in violazione di ogni norma di igiene fuor da ogni regola e parcheggiatori abusivi che taglieggiano chi si deve recare ad Erice? Le forze dell’ordine e gli organi di controllo, com’è giusto che sia, eseguono controlli alle attività che hanno regolare partita iva e poi ignorano colpevolmente chi opera in costante violazione di ogni regola amministrativa o addirittura in violazione del codice penale, al limite dell’estorsione. Non serve avvisare queste persone, come è stato ripetutamente fatto, perché recidive, ma serve pugno d ferro! Per mettere definitivamente fine a questi fenomeni che non fanno altro che mortificarci e renderci ridicoli agli occhi dei turisti, italiani e stranieri”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi