Altro peschereccio mazarese aggredito in acque internazionali

Pescherecci MazaraE’ stato aggredito in un tentativo di sequestro da parte delle autorità tunisine a circa 30-35 miglia a largo di Zarzis, una città al confine fra la Tunisia e la Libia, il peschereccio mazarese “Aliseo”.
Il natante, secondo lo stesso armatore Manuel Giacalone, è stato raggiunto intorno alle 21 di sabato da colpi di arma da fuoco. Il tentativo di abbordaggio è durato circa un’ora, per fortuna senza conseguenze, ed è stato sventato dall’intervento in elicottero della Marina Militare italiana.
Il capitano dell’Aliseo Domenico Giacalone, ha ricordato che già il 2 agosto scorso, sempre nella stessa zona, è stato preso di mira, sempre dalle motovedette tunisine, il peschereccio “Anna Madre”, raggiunto anch’esso da colpi di arma da fuoco.

Tommaso Ardagna

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi