PER PAGARE MENO SI “AFFIDANO” A PADRE PIO, DUE DENUNCIATI PER FURTO

cc statuettaSingolare scoperta quella fatta stamani dai Carabinieri della Compagnia di Alcamo. Durante uno dei controlli agli esercizi commerciali periodicamente disposti dal Comando Compagnia, all’interno di un rinomato negozio alcamese, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno notato, in bella vista sul contatore elettrico, una statuetta del Santo Pio da Pietrelcina.

Quella che, a prima vista, poteva apparire una benevola esternazione di fede da parte del commerciante, ben presto si è invece dimostrata un’astuta trovata del  per abbattere del 90% il costo dell’energia elettrica. Allorquando i militari si sono avvicinati alla statuetta votiva hanno notato che qualcosa non quadrava. La base appariva troppo voluminosa e il peso della statua appariva da subito sproporzionato rispetto al manufatto in gesso.

Dopo un’attenta ispezione della statuetta i Carabinieri hanno scoperto un potente magnete celato all’interno della base in gesso che, di fatto, manometteva il funzionamento del contatore elettronico dell’ENEL garantendo un “risparmio” di circa il 90% in bolletta. I due proprietari dell’attività commerciale sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Trapani per furto aggravato di energia elettrica.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi