Aeroporto Trapani, la Cisl chiede un tavolo tecnico

aeroporto_birgi “Mentre l’aeroporto appare quasi del tutto abbandonato, mentre ci sono solo incertezze sul futuro, apprendiamo che i due milioni e mezzo di euro che la Regione aveva stanziato per il rilancio dello scalo di Birgi sono rimasti inutilizzati perché la stessa amministrazione regionale non ha fornito le adeguate informazioni al Libero Consorzio, ex provincia di Trapani, su come poter trasferire questi fondi per il loro utilizzo e quindi come rendicontarli. Ci sembra davvero assurdo”. Ad affermarlo sono Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani e Rosanna Grimaudo responsabile territoriale Fit Cisl Trapani intervenendo sulla vertenza dell’aeroporto di Birgi.

“Se non verranno utilizzate queste somme che devono essere trasferite al Libero Consorzio, dovranno tornare nelle casse regionali e il territorio di Trapani – proseguono La Piana e Grimaudo – non può di certo permetterselo. Chiediamo per questo un tavolo tecnico urgente con tutte le parti coinvolte, Regione, Airgest, sindacati e la ex provincia di Trapani, per affrontare il tema del futuro dello scalo e dell’utilizzo di questi fondi che sono essenziali per la sua sopravvivenza e per il rilancio di un settore fondamentale per l’economia del territorio, come quello del turismo. Bisogna sbloccare le somme in tempi brevissimi, come si può consentire di perdere risorse cosi preziose e che potrebbero rappresentare una svolta nella vertenza dell’aeroporto e dei suoi lavoratori che vogliono rivedere le piste in piena operatività”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi