Sedato il tentativo di fuga dall’hotspot di Milo

cie-milo-5Tensione l’altra notte all’hotspot di Milo, dove un gruppo di migranti ha tentato la fuga, appiccando anche il fuoco all’interno del centro. Le fiamme, fortunatamente sono state domate dai Vigili del fuoco, mentre alcuni poliziotti in servizio, per sedare la rivolta ed il tentativo di fuga, durante il trambusto, hanno riportato ferite medicate dai sanitari del Pronto soccorso dell’Ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani. Dalla ricostruzione dei fatti sarebbe emerso che una sessantina di tunisini abbiano aspettato che arrivasse il furgone che porta i pasti pronti per la cena per approfittare dell’apertura del cancello e tentare di scappare. I poliziotti sono riusciti a bloccarli ma a quel punto i migranti avrebbero appiccato un incendio e danneggiato le vetrate ed altro materiale del centro.

 

Ben più tragiche le conseguenze del tentativo di fuga e dell’incendio che nella notte tra il 28 e il 29 dicembre del 1999 scoppiò all’interno del centro di permanenza temporanea del Serraino Vulpitta di Trapani. In quel caso, durante la tentata fuga, morirono, carbonizzate, 6 persone.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi