Trasporti urbani, vertice tra l’amministratore di Atm e il candidato sindaco Bologna

image (14)Incremento dell’utilizzo dei mezzi pubblici, viabilità e sicurezza stradale, zona a traffico limitato, rimodulazione delle strisce blu e mansioni degli ausiliari del traffico. Questi i temi che il candidato sindaco di Trapani, Peppe Bologna, ha affrontato con l’amministratore unico di Atm SpA Trapani, ingegnere Massimo La Rocca. Per Bologna, “bisogna iniziare subito a lavorare al Piano urbano del traffico e al piano della mobilità sostenibile per migliorare la viabilità ed ottimizzare i tempi del trasporto pubblico, così da favorirne la fruizione”. I due piani inoltre consentirebbero al Comune di partecipare a bandi nazionali ed europei per l’ottenimento di finanziamenti, ad esempio per la mobilità sostenibile”. “Formare gli ausiliari del traffico per affidare loro alcune funzioni della polizia municipale – ha continuato Bologna – potrebbe essere un ulteriore modo per garantire la sicurezza nelle strade cittadine. Le statistiche infatti evidenziano come la sosta “selvaggia” con auto posteggiate in doppia fila, sulle strisce pedonali o ad angolo della strada, siano tra le principali cause di incidenti oltre ad ostacolare e rallentare il transito degli autobus”.

Secondo Bologna, inoltre “aree libere di parcheggio ed un servizio di bus navetta continuo potrebbero favorire la realizzazione di una zona a traffico limitato, un giorno la settimana, lungo la via Fardella fino all’incrocio con la via Marsala creando una grande area pedonale”. Nel corso dell’incontro si è anche parlato “della possibilità di affidare ad Atm il servizio di trasporto extraurbano da Trapani per gli aeroporti di Birgi e di Palermo, facendo richiesta di concessione all’Assessorato regionali ai trasporti dopo la scadenza di quelle già esistenti ed attualmente affidate ad altre aziende. Un servizio che potrebbe portare un utile di circa mezzo milione di euro all’anno a fronte di un investimento di circa 3 milioni di euro. Inoltre è stato posto l’accento sulla necessità di mettere in sicurezza alcune strade extraurbane dissestate, ad iniziare dall’arteria che conduce a Marausa Lido, per consentire il transito degli autobus”. Condivisa infine la necessità di nuovi investimenti per il rinnovo del parco mezzi dell’azienda i cui autobus hanno mediamente 16 anni.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi