Alcamo, arrestato tossicodipendente per aggressione agli anziani genitori

carabinieri Alcamo alt poliziaEstorsione aggravata. È questa l’accusa della quale dovrà rispondere un trentenne alcamese, E. S. fermato dai Carabinieri dopo la richiesta d’intervento da parte dei genitori. Il giovane, già noto ai Carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Alcamo, nel cuore della notte, ha svegliato i suoi anziani genitori pretendendo da loro 40 euro per l’acquisto di stupefacente.

Al rifiuto del padre, il trentenne ha dapprima scaricato la sua rabbia contro un deumidificatore posto ai piedi del letto dei genitori, distruggendolo, e poi ha continuato arrecando altri danni all’abitazione. Alla vista di tanto odio e vinta dalla disperazione, la madre ha consegnato il denaro richiesto dal figlio che, per nulla soddisfatto, ha continuato ad arrecare danni nel garage attiguo all’abitazione utilizzando una chiave a bussola del tipo utilizzato per smontare le ruote degli autoveicoli.

Al culmine della disperazione, i genitori hanno deciso di rivolgersi al 112 che in pochi minuti ha diretto sul posto una delle autoradio in servizio.

I militari intervenuti hanno immediatamente individuato il giovane che, alla vista dei militari, ha dato in escandescenza, venendo immediatamente immobilizzato e reso inoffensivo.

Il giovane dunque è stato immediatamente tratto in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica, è stato tradotto presso il carcere di Trapani dove sarà interrogato e dovrà difendersi dalla pesante accusa di estorsione aggravata.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi