Paceco, eletti i vertici del Consiglio comunale

WP_20180703_002Con il giuramento dei 16 consiglieri, si è insediato ieri pomeriggio il nuovo Consiglio comunale di Paceco, riunito nell’atrio della Scuola elementare “Giovanni XXIII”.

La seduta è stata aperta dalla presidente uscente, Marilena Cognata (in virtù dei quasi mille voti ricevuti nella consultazione elettorale dello scorso 10 giugno), mentre il resto dei lavori è stato coordinato da Gaetano Rosselli, eletto presidente del Consiglio con 11 preferenze e 5 schede bianche. “Massima disponibilità per tutti i consiglieri, senza distinzione tra maggioranza e minoranza”, è il proposito espresso dal neo presidente, che ha espresso un ringraziamento particolare a Pietro Cafarelli: “È stato il più votato tra i consiglieri di maggioranza, ma si è fatto da parte riconoscendomi moderazione e buona educazione”.

La vicepresidenza del Consiglio è stata affidata a Lorena Asta, con 11 voti favorevoli e 5 schede bianche.

Intervento ScarcellaUltimate le procedure di voto, il sindaco Giuseppe Scarcella ha prestato giuramento per il mandato amministrativo, affiancato dai quattro neo assessori. “Prima della comunicazione della Giunta – ha esordito il neo primo cittadino – desidero formulare alcuni ringraziamenti: a Marilena Cognata, per il suo richiamo all’importanza di confrontarsi con una opposizione costruttiva; a Biagio Martorana, che è stato nostro sindaco per dieci anni e ha dato un notevole contributo, e la sua presenza in Consiglio è un’ulteriore ricchezza, perché il suo bagaglio di esperienza sarà utile in questo consesso per trovare soluzioni per la crescita del nostro territorio”. L’ultimo ringraziamento lo ha rivolto all’intero Consiglio comunale, “perché è chiamato a svolgere un ruolo importante e credo che insieme potremo fare un grandissimo lavoro”. Comunicando la composizione della Giunta, il sindaco Scarcella ha sottolineato che “Fabrizio Barile, Federica Gallo, Matteo Angileri e Gianni Basiricò, avranno la responsabilità di governo in seno a questa amministrazione”. Domani saranno rese note le deleghe assegnate a ciascun assessore.

Nel corso della seduta consiliare, Biagio Martorana è intervenuto a sua volta per alcune precisazioni: “Cederò i miei gettoni di presenza ai poveri del paese – ha detto – perché non mi sono candidato per mantenere una poltrona, ma per interpretare le istanze dei cittadini. Certamente farò opposizione, per dare uno stimolo in più a lavorare – ha proseguito – ma sarà una opposizione costruttiva, vigile a tutti gli atti amministrativi, perché conosco il programma del sindaco e ci sono tante cose da fare, e ci sarà sempre un confronto civile e rispettoso”.

WP_20180703_008La seduta è proseguita con l’elezione dei tre componenti effettivi della commissione elettorale comunale: Michele Ingardia (6 voti), Claudia Maiorana (5 voti) e Vito Bongiorno (4 voti), nonché dei tre supplenti Giuseppe Scarcella (6 voti), Vitalba Ranno (5 voti), e Marilena Cognata (4 voti).

I consiglieri hanno poi proceduto all’elezione di tre rappresentanti del Consiglio dell’Unione dei comuni elimo ericini: Stefano Ruggirello (6 preferenze), Maria Basiricò (5 voti) e Salvatore Ricciardi (4 voti).

Infine, sono stati eletti due membri della “Commissione comunale per la formazione degli elenchi integrativi comunali dei Giudici Popolari di Corte d’Assise e di Corte d’Assise d’Appello”: Pietro Cafarelli e Vitalba Ranno.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi