Bilancio partecipativo a Paceco, 58 cittadini su 62 chiedono “case dell’acqua”

L’acquisto di una o più case dell’acqua, per offrire un servizio pubblico di erogazione di acqua potabile, in sostituzione del consumo di acqua in bottiglie di plastica. È la richiesta avanzata, quasi all’unanimità, dai cittadini di Paceco che hanno partecipato alla consultazione pubblica avviata dall’Amministrazione comunale, nell’ambito del bilancio partecipativo.

Il Comune di Paceco, in quanto assegnatario del gettito regionale IRPEF per l’esercizio finanziario del 2018, deve “spendere almeno il 2% delle somme trasferite, – impone la relativa legge regionale – con forme di democrazia partecipata, utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune”.

In questa direzione, la Commissione Partecipativa del Comune ha individuato alcuni interventi attuabili con l’importo di 11.000 euro (pari alla quota del 2 per cento), da sottoporre all’approvazione della cittadinanza attraverso l’attivazione della consultazione pubblica sul sito istituzionale del Comune. E lo scorso 2 novembre, con un avviso approvato dalla Giunta municipale, l’assessore al Bilancio, Giovanni Basiricò, aveva invitato tutti i cittadini ad esprimere la loro preferenza tra due interventi – 1) Acquisto di foto/videocamere per contrastare il fenomeno degli atti vandalici e l’abbandono dei rifiuti; 2) Acquisto di attrezzature ludiche per bambini – ovvero ad indicare una proposta alternativa.Intervento Scarcella

Tutte le istanze pervenute, sono state esaminate lo scorso 10 dicembre: su un totale di 62 proposte, sono 58 quelle “relative all’acquisto di una o più case dell’acqua per l’offerta di un servizio di erogazione di acqua pubblica potabile naturale o frizzante, atto a sostituire il consumo di acqua in bottiglie di plastica”; altre 3 riguardano “l’acquisto di foto/videocamere per contrastare il fenomeno degli atti vandalici e l’abbandono dei rifiuti”, e un’altra proposta è stata dichiarata nulla, mentre nessuno si è espresso a favore delle attrezzature ludiche per bambini.

La riunione per l’acquisizione delle proposte, si è svolta nella sala giunta del Municipio. Erano presenti: il sindaco Giuseppe Scarcella, l’assessore Giovanni Basiricò, la responsabile del II Settore, Maria Tarantino, e il responsabile del VII Settore, Giuseppe D’Alessandro, nonché un cittadino, Rosario Micciché, che ha chiesto ed ottenuto di partecipare all’incontro.

“L’Amministrazione comunale – anticipa il sindaco di Paceco – si adopererà per la realizzazione dell’opera, in considerazione delle tante preferenze espresse dai cittadini”.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi