Intollerabile mantenere le pattumiere posizionate a ridosso di strade e marciapiedi in giorni diversi da quelli stabiliti

Il posizionamento dei contenitori al di fuori di negozi e locali commerciali in giorni diversi da quelli stabiliti nello specifico calendario stilato per disciplinare il servizio di raccolta differenziata, costituisce prassi altamente lesiva dell’immagine cittadina.
Nella città di Trapani si assiste costantemente a scene in cui – per autodeterminazione e/o eccesso di emulazione – molteplici pattumiere vengono giornalmente posizionate a ridosso di strade e marciapiedi, circostanza, questa, che una città a forte vocazione turistica, come la nostra, non può più continuare a tollerare.
Invero, l’incontrollato deposito dei rifiuti altro non è che un ripristino dei vecchi cassonetti per la raccolta, i quali, tuttavia, non trattandosi di contenitori pubblici ma, al contrario, gestiti da privati, prefigurerebbe, a nostro avviso, un’abusiva occupazione del suolo pubblico che meriterebbe particolare attenzione da parte delle Autorità a ciò preposte.contenitori differenziata
“Il territorio di Trapani e, di riflesso, i suoi cittadini, sta assistendo negli ultimi tempi ad un cambiamento epocale nella gestione dello smaltimento dei rifiuti – afferma, in una nota, l’Avv. Giancarlo Pocorobba di Konsumer Sicilia – e, pertanto, ben comprendiamo le difficoltà, soprattutto culturali, che un cambiamento di tale specie ingeneri in coloro che, fino a pochi giorni prima, erano avvezzi ad altre pratiche. Auspichiamo, tuttavia, un ulteriore sforzo da parte della cittadinanza tutta, affinché vengano, da tutti noi, garantite soglie minime di decorso urbano al di sotto delle quali non si dovrebbe scendere”.
Continua l’Avv. Pocorobba che “per quanto riguarda la raccolta al mattino, non si può pretendere, di certo, che i privati si alzino all’alba per ritirare i cestini ma, allo stesso tempo, neppure che quest’ultimi permangono all’esterno dei propri immobili l’intera giornata. Senza considerare che ad essere esposti dovrebbero essere i soli contenitori destinati, nelle diverse giornate, alla raccolta e non altri. La nostra, infine, è la città dei venti, cosicché spesso i contenitori finiscono per rovesciare il loro contenuto per strada, sporcando e inquinando ancora di più il territorio. Si confida, pertanto, affinché gli organi competenti sappiano porre rimedio alla problematica segnalata”.
Avv. Giancarlo Pocorobba
Coordinatore Konsumer Sicilia

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi