Chiusa la strada che porta alla stazione ferroviaria di Castellammare e ad Alcamo marina Una frana poco dopo l’accesso nord per la spiaggia, sulla statale 187.

Il sindaco: “Creato bypass che attraversa la  Playa.Dopo un primo monitoraggio del costone intensificheremo i controlli sulla viabilità. Costituiremo una unità di crisi per verificare la sicurezza di tutta la zona

«Informiamo la cittadinanza che è stato creato un bypass che attraversa la spiaggia Playa poiché poco dopo l’accesso nord, lungo la statale 187 che conduce alla stazione ferroviaria di Castellammare, questa mattina si è verificato un crollo dal costone tufaceo sovrastante il tratto di strada. Al momento la strada non è percorribile e da Castellammare, per raggiungere la stazione ferroviaria o Alcamo marina, e viceversa, occorre attraversare la spiaggia Playa».

Lo comunica il sindaco Nicola Rizzo che fa presente che sul tratto di strada ex statale 187, dove questa mattina intorno alle ore 6 si è verificato un cedimento dal costone tufaceo sovrastante, sono presenti i vigili del fuoco, i tecnici comunali e la protezione civile.

«Intensificheremo le misure di controllo sulla viabilità anche in considerazione del previsto notevole afflusso in queste ore festive -fa presente il sindaco Nicola Rizzo-: la spiaggia Playa dovrà essere percorsa in entrambi i sensi per reimettersi sulla statale, nel tratto che anni fa è stato acquisito dal Comune di Castellammare. Mi trovo sul luogo dalle ore 7 di questa mattina ed è già stato effettuato un monitoraggio preliminare con le prime verifiche del costone che già, nel piano di protezione civile che recentemente abbiamo adottato e reso operativo, era stata indicato come a rischio frane e cedimenti per la sua natura friabile. Fortunatamente il crollo è avvenuto in un momento in cui dalla strada non transitava nessuno -conclude il sindaco Nicola Rizzo-. Nelle prossime ore costituiremo una unità di crisi per verificare costantemente la situazione e mettere in sicurezza tutta la zona. Ringraziamo i vigili del fuoco, il personale Anas e tutti i tecnici poiché, anche grazie al piano di protezione civile esecutivo, è stato effettuato un intervento celere e mirato».

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi