Inizia la Settimana Santa: a Buseto i Misteri coi quadri viventi

La domenica delle Palme è il giorno in cui la Chiesa celebra l’entrata di Gesù a Gerusalemme. Il simbolo di essa sono i fiori che  i fedeli spargevano al passaggio delle processioni. Nella provincia di Trapani, questo ricordo si ritrova nella benedizione delle Palme, durante una solenne messa, che rappresenta anche l’inizio della settimana Santa.

La prima manifestazione, seppure di recente tradizione, si svolge a Buseto Palizzolo, un comune agricolo poco distante dal capoluogo. La prima volta si svolse il 12 aprile del 1981, su iniziativa di alcuni giovani locali, che ne curarono l’aspetto religioso, seguendo le “stazioni” della Via Crucis e realizzando al posto delle tradizionali “vare” della processione trapanese, dei carri con ‘personaggi viventi”.

La variante, serviva e serve a “caratterizzare” e quindi a distinguersi, senza però volere competere con le più antiche e tradizionali manifestazioni della settimana santa siciliana. I personaggi viventi si rifanno alla rappresentazioni teatrali, come quella di Marsala, i carri invece a quelle inanimate di Trapani e Erice.

I carri sono in tutto tredici, e rappresentano le scene della passione di Gesù Cristo. La cosa più difficile per i personaggi è quello di rimanere immobili e impassibili per tutta la durata della processione. La manifestazione parte dal villaggio Badia e si snoda per circa dieci chilometri. Quindi partita il primo pomeriggio essa arriva a Buseto a tarda sera. Si apre con i portatori di fiaccola, seguite poi, da un gruppo di ragazzi che portano in mano un flagello e subito dopo i carri.

Ed eccoci alla successione dei gruppi. Il primo rappresenta Gesù dinanzi a Pilato; il secondo, Gesù prende la Croce; il terzo, la dura ascesa al monte Golgota, il quarto è costituito dai soldati che temendo che Gesù non possa farcela, prendono un uomo di Cirene e gli impongono di portare la Croce; il quinto, Gesù che riprende la Croce e incontra la Veronica; il sesto, Gesù incontra le pie donne che piangono; il settimo la sofferenza di Gesù; il settimo, Gesù spogliato dalle vesti; il nono, Gesù viene inchiodato alla Croce; il decimo, Gesù spira sulla Croce; l’undicesimo, Gesù deposto dalla Croce; il dodicesimo, la sepoltura delle spoglie di Gesù; il tredicesimo, il gruppo glorifica la Madre e il suo dolore.

Alberto Costantino

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi