Mostra fotografica di Giorgio Vacirca “Un Altro Mondo” dal 18 al 21 aprile al Cortile dell’Arco

Dalle ore 18:00  di oggi – 18 aprile – sarà aperta al pubblico Un Altro Mondo : Mostra fotografica di Giorgio Vacirca. Un reportage sulla Pomerini Primary School, un racconto illustrato della vita in una scuola della Tanzania.

Gli scatti resteranno esposti fino al giorno di Pasqua – 21 aprile – al “Cortile dell’Arco” (via Gen. E. Fardella n. 31), a pochi passi dalla chiesa del Purgatorio.

L’ingresso è, come sempre, gratuito.

La seconda stagione della manifestazione culturale “Dietro l’angolo” è iniziata il 16 aprile con la mostra CERA… C’era… c’è”   e l’esibizione dell’ “Associazione culturale Gruppo Artistico Magnificat” che ha proposto un medley tratto dal musical “L’Amore più grande, rivisitazione in chiave moderna ed attuale del celebre musical “Il Risorto”.Foto Vacirca 3

L’iniziativa #dietrolangolo : un modo rispettoso ma originale ed alternativo per vivere attraverso mostre fotografiche e pittoriche, creazioni artistiche estemporanee e piccole degustazioni di prodotti tipici la Processione dei Misteri di Trapani​ e gli eventi ufficiali ad essa collegati.

Avviato durante la scorsa quaresima con l’edizione “Dietro l’angolo 2018“, che ha visto l’allestimento di tre mostre fotografiche dedicate ai “Misteri” di Trapani, prosegue quest’anno con altre 2 mostre, mentre è in fase di definizione il calendario degli eventi della rassegna estiva che si terrà nel mese di luglio.

Un Altro Mondo

Pomerini (Ng’uruhe) è un villaggio del distretto di Kilolo, situato tra gli altopiani meridionali della Tanzania a 1850 m sul livello del mare. Undici mila abitanti, per lo più agricoltori, vivono in case fatte di fango e paglia sotto un tetto di lamiera.

A Pomerini si cresce sulla terra rossa dell’Africa, si vive senza elettricità̀ ed acqua corrente, si dorme nel silenzio luminoso delle stelle. Un altro mondo.

Foto Vacirca 2Alle 8 in punto iniziano le lezioni alla Primary School. Con una camminata di trenta minuti, tra sentieri di terra rossa e verdi campi di mais e girasoli, ragazzi e ragazze corrono a scuola.

503 studenti ricevono l’insegnamento di 9 materie: matematica, inglese, kiswahili, scienze, abilità sociali, informatica, sport, disegno e geografia. A metà mattina, una pausa dai banchi di scuola per partecipare alla costruzione del nuovo edificio. Un momento di svago costruttivo.

Nella scuola di Pomerini i bambini con disabilità vengono accettati ed inclusi, in un paese in cui le leggi tribali considerano gli albini come figli del demonio da uccidere alla nascita. 85 bambini e ragazzi affetti da albinismo, non vedenti, sordi e ragazzi con altre disabilità mentali o fisiche ricevono un’istruzione finalizzata all’inserimento nella vita della comunità̀.

Un Altro Mondo dentro Un Altro Mondo.

Le precedenti mostre del Cortile :

Il 16 marzo 2018 è stato inaugurato il progetto “Dietro l’angolo”, nella sua prima edizione sono state allestite ed esposte 3 mostre fotografiche :

Meomories of a Ortolan” di Clara Daidone. Un racconto illustrato della processione del Ceto degli Ortolani;

Sacro&Profano”, immagini a colore e in bianco e nero di Giorgio e Giovanna Vacirca;

I due volti di Sergio Cancelliere;

A Luglio 2018 :

“Refolo” : percorsi inusuali ormai lontani. personale della pittrice Maria Pia VirzìFoto_vacirca

Il progetto :

lo scopo principale è quello di recuperare i luoghi del centro storico di Trapani, un tempo veri centri di vita sociale e culturale, oggi abbandonati per renderli nuovamente fruibili.

Creare un’occasione di incontro tra artisti, artigiani e produttori locali con i cittadini ed i turisti, dando uno spazio a chi voglia allestite piccole mostre pittoriche e fotografiche.

IL CORTILE

Il cortile dell’arco è un piccolo e tipico cortiletto situato nel cuore del centro storico di Trapani. Da poco ristrutturato dalle sapienti mani di artigiani locali con il ripristino dei suoi elementi originali (la scala in pietra “alla trapanese” e la copertura in travi in legno e mattoni in cotto) o con la sostituzione nel rispetto della tradizione di quanto andato perduto nel tempo (basolato in pietra e piastrelle decorate) ed adornato con piante autoctone.

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi