Verrà presentato domani un accordo di collaborazione tra il Comune di Trapani e APS Erythros

Il comitato pro eritrine vi invita alla conferenza stampa indetta per il giorno 11 luglio, alle ore 11.00, presso la sala giunta del comune di Trapani, sita nel palazzo D’alì , dove verrà presentata l’ A.P.S. Erythros  –  associazione per il verde  pubblico, privato e il decoro urbano – Trapani .

Il primo e piu’ importante degli obiettivi della nuova associazione erytrhos e’ l’accordo di collaborazione stabilito con il comune di Trapani. Accordo di collaborazione che, secondo l’aps erythros,  è un punto di inizio virtuoso fra cittadinanza attiva e pubblica amministrazione.ERITROS

Tra gli obiettivi dell’accordo di collaborazione ci sono  1-la nuova piantumazione di circa 250 piante nelle aiuole vuote del centro storico 2- un progetto di recupero di villa Margherita 3-il regolamento, il censimento ed il piano del verde 4- educazione e informazione nelle scuole 5- il recupero di aree dismesse e abbandonate nelle periferie 6- la continuità di percorsi del verde tra città periferia e territorio – le saline, Erice e  la costa – 7- la collaborazione e la sinergia con altre città, associazioni e istituzioni in Sicilia, in Italia e in Europa.

L’associazione erythros,  è la diretta emanazione del comitato spontaneo pro eritrine, costituitosi  a Trapani circa due anni e mezzo fà, quando l’Amministrazione Comunale del tempo decise di abbattere gran parte  (39 su 72)  delle secolari eritrine del centro storico perché ritenute vecchie, malate  e pericolose perché instabili. Non considerando che stavano invece bene oltre il valore monumentale storico e culturale delle stesse.

Eritrina il ramo cadutoIl comitato,  autofinanziando delle controperizie e con fondi raccolti fra i cittadini,  e alleandosi con varie istituzioni – Sovrintendenza, Corpo Forestale, ordine degli architetti, ordine degli agronomi- ha fatto in modo che si bloccasse tale incauto provvedimento. In quel caso, il comitato  ha avuto ragione nel considerare le eritrine alquanto sane e necessitanti  piuttosto di cure che potessero  continuare a farle vivere in armonia con la natura della città ed in sicurezza per i cittadini per altri 20 anni e più. L’attuale Amministrazione e’ stata sensibile ad accogliere le istanze di questo comitato ed ha scelto di non abbattere le monumentali piante.  per il futuro la cura di queste piante deve essere sempre attenta con una potatura che avvenga al massimo ogni due anni.

Da questa esperienza, i cittadini membri del comitato spontaneo hanno deciso di costituirsi in associazione: aps erythros, appunto.

erytros significa rosso in greco ed e’ la radice del nome botanico eritrine. I fiori delle eritrine sono di un  colore rosso corallo. Il corallo è tra i simboli di Trapani.

Quindi il rosso come il colore del corallo ma anche come il colore della lotta ,dell’amore e della passione.Eritrina pericolante

Dell’associazione fanno parte semplici cittadini appassionati per il verde, desiderosi di una città più verde, più sostenibile e in sintonia con la natura, agronomi, architetti, studiosi, imprenditori e cosi via. L’associazione, si pone come strumento di confronto, supporto  e collaborazione con la Pubblica Amministrazione e la città per fare in modo che l’argomento “verde pubblico” e “decoro urbano”, fino ad ora considerati con superficialità e a volte anche come una scomodità o un ostacolo, escano da questa classificazione per divenire educazione per i cittadini e arricchimento per la città e  il territorio. E soprattutto portino la città ad essere più bella, vivibile e serena.

La città di Trapani vanta tristemente di essere tra le ultime in Italia nella classifica di percentuale di verde per cittadino. 5mq/abitante rispetto ad una media nazionale di 35 mq/abitante.

La missione di erytrhos sarà appunto di lavorare e prodigarsi  negli anni a venire con le Amministrazioni Locali nel territorio, per ribaltare questa triste valutazione e traghettare Trapani nel diventare una città a misura d’uomo e verde come lo è stata per tradizione nei secoli passati.

Il verde urbano a Trapani non deve essere più un bene voluttuario e costoso , ma una vera risorsa economica e ambientale strategica.

Agronomo Filippo Salerno

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi