“Pirandello a Valderice”. Domani in scena il quarto appuntamento della rassegna

“IL FIGLIO CAMBIATO” con Giovanna Cappuccio regia di Giancarlo Moretti 23 Agosto 2019, ore 21.15 Teatro “On. Nino Croce”- Valderice.
Prosegue al teatro “Nino Croce” di Valderice la rassegna pirandelliana, “Pirandello a Valderice”, che ha come obiettivo quello di riscoprire il linguaggio del teatro di Luigi Pirandello attraverso le sue opere più famose. Domani sera, 23 Agosto, alle 21.15, andrà in scena il quarto appuntamento della rassegna curata dal maestro Antonio Ribisi La Spina.
Protagonista dello spettacolo sarà Giovanna Cappuccio che porterà in scena lo spettacolo “Il figlio cambiato”.
Lo spettacolo propone una riflessione sul pensiero di Luigi Pirandello andando a scavare ‘dietro’ ad una sua opera, la novella “Il figlio cambiato” (1902) per esplorare il ‘non detto’ che è all’origine del testo.
Una storia ambientata nell’Italia povera di fine Ottocento, di rapimenti e scambi di bambini, e forse del loro commercio per garantirgli un futuro migliore. Una storia di povertà, una storia di madri tra amore e dolore.
Lo spettacolo “Il figlio cambiato” è un’opera assolutamente originale di Giancarlo Moretti che affronta il tema del distacco, dell’abbandono e dell’amore materno, tra il passato pirandelliano di un su Italia dei primi del Novecento e la realtà di tutti i giorni in cui il nostro paese è meta di drammatiche migrazioni.
Note di regia
La scena è composta da alcuni pancali in legno grezzo con delle cassette di frutta anch’esse in legno che ricostruiscono in modo stilizzato un ambiente povero e fuori dal tempo, caratterizzato da solitudine ed instabilità.
Sui pancali e sulle cassette di frutta sono attaccate le immagini delle “sette Madonne della tammorra” alle quali la donna si rivolge accendendo dei lumini e pregando.
Si snoda così la storia in cui la protagonista, nella sua solitudine, passa dal suo essere donna e madre, ad uno status di Madonna anch’essa e poi di figlia.
Lo spettacolo utilizza suoni e musiche che provengono dalla tradizione
musicale della zona vesuviana con i canti processionali delle festività delle Vergini che affondano le loro radici fin nel paganesimo nelle dee protettrici della fertilità. Le luci sottolineano i cambi di status della donna attraverso tagli, controluce e penombre.
BIGLIETTI:
I Biglietti possono essere acquistati presso la sede della Pro Loco Valderice in via Simone Catalano oppure la sera stessa in teatro. Intero euro 10,00, ridotto euro 8,00

Share This:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi