Giornata diocesana per la Custodia del Creato, “Quante sono le tue opere, Signore” (Sal. 104, 24) – Coltivare la biodiversità

Venerdì prossimo, per la prima volta, un evento diocesano nelle Isole Egadi: la giornata diocesana per la custodia del creato. Tra gli interventi quello del vescovo di Cefalù, Giuseppe Marciante, delegato della Conferenza episcopale siciliana.

Venerdì 27 settembre prossimo, l’Ufficio diocesano per la pastorale sociale ed il lavoro, ha organizzato la Giornata diocesana per la Custodia del Creato a Marettimo e Favignana. Un’intera giornata dedicata alla riflessione  e alla valorizzazione del prezioso eco-sistema naturale delle nostre isole Egadi ma anche del patrimonio di persone e comunità che contribuiscono alla salvaguardia di un rapporto felice tra uomo e ambiente.

Il primo appuntamento si terrà, di mattina, sull’isola di Marettimo con il premio nazionale “Foca monaca” (quest’anno assegnato ad Anna Giordano ed Ignazio Adamo) e la preghiera con il lancio di una corona di fiori per tutte le vittime del mare.immagine1_foca_monaca_ispra_amp_egadi_rid

Dopo pranzo ci si sposta sull’isola di Favignana dove sarà il vescovo di Trapani Pietro Maria Fragnelli ad introdurre e moderare una tavola rotonda “Coltivare la biodiversità e garantire la sostenibilità della vita della flora, della fauna marina, della pesca e della “Mattanza”. Cosa si sta facendo e si dovrebbe fare?”. La giornata si concluderà con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Cefalù Giuseppe Marciante che parteciperà all’intera giornata. I

l tema della Giornata, indicato dalla Conferenza Episcopale Italiana: “Quante sono le tue opere, Signore” (Sal. 104, 24) – Coltivare la biodiversità, è volto a ricordare “l’incoraggiamento che arriva dall’Enciclica “Laudato si’”, a cui il nostro Vescovo si richiama nel tema di fondo dei suoi orientamenti pastorali ed a cui i Vescovi italiani si rifanno per raccomandare sia “un’attiva opera di prevenzione” sia l’attenzione a ritrovare la “prospettiva pastorale” “nella presa in carico solidale delle fragilità ambientali di fronte agli impatti del mutamento, in una prospettiva di cura integrale. Occorre ritrovare il legame tra la cura dei territori e quella del popolo”. 

Marettimo foca1L’Amministratore della Liberty Lines,  ha concesso lo sconto del 50% sulla tariffa prevista per i viaggi in aliscafo ( Trapani – Marettimo – Favignana- Trapani)  per tutti i partecipanti all’intera giornata. Basta presentarsi in biglietteria comunicando la propria partecipazione all’evento diocesano per avere la facilitazione.

 

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

ore 08.30    partenza da Trapani in aliscafo per Marettimo (all’imbarco 30’ prima)

ore 10,00    Saluti di benvenuto delle autorità civili, militari e religiose

Nell’Oratorio parrocchiale interverranno:

Mons. Giuseppe Marciante, Vescovo di Cefalù e delegato della CESi per il Creato

Mons. Gaspare Aguanno, Direttore dell’Ufficio diocesano di Pastorale Sociale

Don Alberto Genovese, Vicario foraneo del 1° Vicariato diocesano

Vito Vaccaro, Presidente dell’Ass. C.S.R.T. Marettimo

Sig.ra Carmen De Salvo, Premio “Foca monaca” per la pace e la cura del Mediterraneo

Prof.ssa Beatrice Torrente

Lancio in mare di un mazzo di fiori in omaggio delle vittime del mare con preghiera in loro suffragio

ore 14.45   Arrivo a Favignana

Nel Palazzo municipale Florio interverranno:

Don Alberto Genovese, Vicario foraneo del 1° Vicariato diocesano

Prof. Francesco Torre, geoarcheologo Presidente di SiciliAntica di Trapani

Tavola rotonda, introdotta e moderata dal Vescovo mons. Fragnelli, sul tema: “Coltivare la biodiversità e garantire la sostenibilità della vita della flora, della fauna marina, della pesca e della “Mattanza”. Cosa si sta facendo e si dovrebbe fare?” alla quale parteciperanno mons. Giuseppe Marciante, Vescovo di Cefalù e delegato della CESi per il Creato, il Sindaco di Favignana dr. Giuseppe Pagoto, dr. Salvatore Livreri Console – direttore dell’Area Marina Protetta “Isole Egadi”, rappresentanti di Guardia costiera, Impresa Castiglione, Associazioni di pescatori, tonnaroti e ambientalisti.

Ore 17, 15  Nella chiesa parrocchiale della Madrice: Celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo di Cefalù mons. Giuseppe Marciante.

Ore 18, 30  Partenza per il ritorno a Trapani

Il PREMIO NAZIONALE “FOCA MONACA” 2019 per la solidarietà, la legalità, la pace e la cura del Creato nel Mediterraneo istituito da Franco e Marco De SalvoGibilterra foca1

Nell’ambito della 5a Giornata diocesana di Trapani per la custodia del Creato, in programma il 27 settembre 2019 a Marettimo, nel comune di Favignana, in provincia di Trapani, si consegna il “Premio nazionale Foca monaca 2019” dedicato alla solidarietà, alla legalità, alla pace e alla cura del Creato nel Mediterraneo, istituito da Franco e Marco De Salvo e organizzato dall’Associazione CRST di Marettimo e dal Gruppo “Foca monaca” di Roma.

Il prestigioso riconoscimento, assegnato per il primo anno, intende esaltare l’impegno sociale e civile di istituzioni, forze dell’ordine, magistrati, forze sociali, enti di terzo settore, giornalisti, imprenditori e cittadini che si sono particolarmente distinti nella lotta alla criminalità ambientale e in opere di forte testimonianza di solidarietà, legalità, pace e cura del Creato nel Mediterraneo.

La Giuria ha attribuito il Premio del 2019 ad Anna Giordano e ad Ignazio Adamo. 

Anna Giordano è una nota ambientalista, in atto direttrice dell’Ente gestore della Riserva Naturale Orientata “Saline di Trapani e Paceco”. Tra i numerosi premi ricevuti certamente quelli maggiormente prestigiosi sono il Nobel per l’Ambiente, il Goldman Environmental Prize, della fondazione Goldman negli USA, edizione 1998,  che premia ogni anno una persona per ogni continente abitato del Pianeta Terra, di cui è stata la vincitrice per l’Europa e prima a_6e6aedd63c_0italiana dall’istituzione del premio. Ha ricevuto anche la medaglia d’oro dello Stato d’Israele per essersi distinta nella protezione dei Rapaci a livello mondiale. La medaglia è stata assegnata su proposta di Jim Brett, curatore dell’Hawk Mountain Sanctuary Association (USA).

La Giuria le ha assegnato il Premio per il coraggioso ed indomito impegno posto in essere da lungo tempo per la tutela dell’ambiente e della vita di ogni organismo animale e vegetale esistente in natura, esponendosi spesso a rischi per la sua stessa vita.

Ignazio Adamo, titolare della Adamo Ignazio e Figli S.r.l. la quale gestisce un deposito commerciale di oli minerali, sito a Marsala, la distribuzione di benzina, gasolio e gpl per autotrazione e una Rete di stazioni di servizio altamente automatizzate a marchio AP ed ESSO.

Egli si è distinto per avere posto da sempre particolare attenzione alla salvaguardia ambientale e all’innovazione, e per essere stato pioniere da più di 30 anni nell’introduzione del GPL e per avere inaugurato recentemente il suo primo impianto di Metano per autotrazione in provincia di Trapani. La Giuria gli ha assegnato il Premio Foca monaca per avere recentemente realizzato nell’isola di Marettimo un’importante opera di tutela ambientale consistente in un impianto di erogazione di carburanti per autotrazione e per uso nautico, munito di tutte le misure di sicurezza per i residenti e per l’ambiente, eliminando i gravissimi rischi che in precedenza si correvano sull’isola per il trasporto e il deposito precario di carburanti.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi