Peppe Bologna ha tenuto questa mattina una conferenza stampa relativa alla querela ricevuta dall’ex sindaco Fazio

Peppe Bologna, querelato il 16/10/2017 per diffamazione dall’ex deputato regionale Girolamo Fazio, ha tenuto questa mattina la programmata conferenza stampa nel corso della quale  ha annunciato che il prossimo 13 gennaio, dinnanzi al Tribunale di Trapani, inizierà il relativo processo rendendo noti, inoltre, la lista dei testi e il corposo elenco di documenti depositati (allegati in mail).

Dal tenore dell’incontro è emersa la determinazione non soltanto di difendersi ma di evidenziare “il decadimento della città di Trapani a partire dal secondo mandato del Fazio fino ad oggi”. Bologna, difeso ed assistito dall’ avv. Gino Bosco, non ha voluto accennare la linea difensiva anche perché non di sua competenza.
OGGETTO DELLA QUERELA

A Peppe Bologna è stato contestato il reato di cui all’art. 595 commi 1 e 3 del Codice Penale  perché sul sito web (blog) www.peppebologna.it, nel pubblicare un  breve  articolo  dal  titolo  “LANDO  E’  … ” in cui commentava una lettera inviata ad un periodico locale da tale lng. Luigi Lando, in cui  quest’ultimo  preannunciava  una  richiesta  di  risarcimento  danni per la pubblicazione di un articolo riguardante la  vicenda  giudiziaria  di  FAZIO Girolamo, noto  esponente  politico  locale  indagato  in  un  procedimento  penale per il reato  di corruzione,  offendeva  l’onore  e la reputazione  di  FAZIO Girolamo; in particolare, in maniera del tutto gratuita ed immotivata rispetto alla vicenda processuale in  corso- come cita la Procura di Trapami -,  esprimeva  giudizi  denigratori  della  reputazione  personale di       FAZIO                Girolamo   scrivendo            le      seguenti     frasi           :

“L’AVER  FREQUENTATO CONTINUATIVAMENTE FAZIO NON E’ STATO UN SEGNALE DI IGIENE SOCIALE. MA, DIO LI FA E FRA DI LORO SI ACCOPPlANO”; “GIORNI FA SCRISSI; QUESTO FAZIO E’ VERAMENTE BRAVO. HA ROVINATO MORACE, HA INDEBOLITO MOLTO TRANCHIDA, HA MESSO IN DIFFICOLTA’, PER ORA, UN IMPRENDITORE CHIAMATO LANDO,    HA  OFFESO     LA      REPUATAZIONE            DI               UN  ALTO              MAGISTRATO AMMINISTRATIVISTA, HA COINVOLTO STEFANIA MODE. HA MESSO, LA DI LUI FAMIGLIA,      NELLE      CONDIZIONI     DI          NON POTER  USCIRE        DI     CASA      PER   LA VERGOGNA”. E NON E’ FINITA. COINVOLGERA’ ANCHE QUALCHE IMPRENDITORE DELLA FINANZA USURANTE? Un

fatto aggravato dall’uso di “qualsiasi altro mezzo di  pubblicità” in Trapani il 20 settembre 2017 (querela del 16/10/2017).

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi