Le “scinnute” dei Misteri di Trapani

Il programma delle “Scinnute” dei Misteri. Quest’anno una novità: niente pellegrinaggio della Chiesa di San Domenico ma si terrà un “rosario partecipato” nella Chiesa del Purgatorio prima della Messa con il vescovo.

La celebrazione eucaristica dei venerdì di quaresima sarà preceduta dal “Rosario partecipato” con l’intervento dei Ceti delle maestranze trapanesi e dei fedeli delle parrocchie.

Anche quest’anno, con qualche piccola novità, il percorso quaresimale che a Trapani viene scandito dalle “scinnute” dei sacri gruppi che compongono la processione dei Misteri del venerdì santo, sarà scandito dall’intreccio di preghiera, partecipazione ecclesiale e gesti antichi esempre nuovi di devozione.

In particolare in questa Quaresima 2020, dopo l’esecuzione della banda musicale in piazza, all’interno della Chiesa “Anime Sante del Purgatorio” che custodisce i gruppi, sarà celebrato un “Rosario partecipato” che sarà animato insieme dai fedeli delle parrocchie trapanesi e dei ceti.

“Sarà uno spazio di preghiera e di riflessione inclusivo adatto alle diverse sensibilità di coloro che frequentano la Chiesa durante i riti della quaresima  – spiega il vescovo Pietro Maria Fragnelli – Uno spazio che sviluppa la Fragnellisensibilità nutrita dalle bande musicali e prepara ad una più consapevole partecipazione alla celebrazione della Santa Messa. La partecipazione delle Maestranze sarà offerta attraverso le testimonianze che ogni ceto offrirà sulla fede e sulla devozione espressa dal proprio Gruppo sacro; quella delle parrocchie della città attraverso l’animazione della celebrazione eucaristica e la costruzione di legami di apprezzamento e gratitudine verso coloro che tutto l’anno s’impegnano per la  migliore riuscita della processione del venerdì santo”.

Non ci sarà più, dunque,  la processione dalla Chiesa di San Domenico. I fedeli si ritroveranno direttamente presso la Chiesa del Purgatorio dove alle 17.30 avrà inizio il momento musicale con le marce funebri eseguite dalle Bande musicali fino alle 18.30 quando si lascerà spazio alla preghiera e alla riflessione col “rosario partecipato”; alle ore 19, come sempre, sarà celebrata la Santa Messa presieduta dal vescovo di Trapani.

La prima scinnuta si terrà, com’è tradizione, il primo venerdì di quaresima: quest’anno il prossimo 28 febbraio. Per l’occasione – la scinnuta, tra gli altri, del gruppo “Gesù nell’orto” di cui quest’anno ricorre il 4° centenario dell’affidamento al ceto degli ortolani – la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal cardinale Stanislaw Rylko, della Commissione della Città dello Stato del Vaticano e arciprete della Basilica papale di Santa Maria Maggiore e concelebrata dal vescovo Fragnelli.

Di seguito il programma delle “scinnute” predisposto dall’Unione delle Maestranze di Trapani

VENERDI 28 FEBBRAIO 2020

LA SEPARAZIONE

LA LAVANDA DEI PIEDI

GESU’NELL’ORTO

L’ARRESTO

LA CADUTA AL CEDRON

 

VENERDI 6 MARZO 2020

GESU’ DINANZI AD HANNAN

LA NEGAZIONE

 

VENERDI 13 MARZO 2020

LA FLAGELLAZIONE

L’INCORONAZIONE DI SPINE

 

VENERDI 20 MARZO 2020

ECCE HOMO

LA SENTENZA

 

VENERDI 27 MARZO 2020

L’ASCESA AL CALVARIO

LA SPOGLIAZIONE

 

MARTEDI 31 MARZO 2020

MADRE PIETA’ DEI MASSARI

 

MERCOLEDI 1 APRILE 2020

MADRE PIETA’ DEL POPOLO

 

VENERDI 3 APRILE 2020

ADDOLORATA

IL TRASPORTO AL SEPOLCRO

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito, come molti altri, fa uso di cookie. E' importante che tu lo sappia. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi