C.U.C., Favignana si unisce ai comuni di Salaparuta e Petrosino

Il Comune di Favignana si aggrega ai comuni di Salaparuta e Petrosino istituendo una Centrale Unica di Committenza per l´affidamento dei contratti relativi a lavori pubblici, forniture e servizi come richiesto dal D.L. 66/2014. Su indicazione del nostro Gruppo di minoranza Egadi 2.0 viene abolita, dallo Schema di convenzione, la possibilità di avvalersi dell´assunzione di un “dirigente a tempo determinato” per la figura di Rappresentante della C.U.C , in particolare viene abolita la parte finale del´art. 4 comma 1 (ferma restando la possibilità di avvalersi della facoltà di cui all’art. 110 D.Lgs. n. 267/2000 previa intesa in conferenza dei Sindaci). La facoltà di avvalersi della possibilità sopracitata era, infatti, in netto contrasto con gli scopi del DL 66/2014 (Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale) che ha tra gli obiettivi dichiarati la razionalizzazione della spesa per beni e servizi. ”Siamo felici – dichiarano i consiglieri comunali Ippolita Sammartano, Concetta Spataro, Sabrina Ferraiuolo e Pietro Torrente –, quindi, di aver sventato un ulteriore attacco alle finanze pubbliche, anche se vogliamo pensare ad una “ svista” da parte di chi ha redatto la convenzione.
Riteniamo, infatti, che proprio nell’ottica dei tagli che gli Enti locali stanno subendo dal Governo Nazionale, sia arrivato il momento di dare davvero il buone esempio, anche nella quotidiana gestione dell’Ente Comune”.
“Ci auguriamo – continuano i consiglieri – che i lavori dei comuni coinvolti in questa nuova aggregazione procedano nel rispetto dei principi di trasparenza e competitività necessari ad impedire ed allontanare qualsiasi tipo di infiltrazione in un territorio, quale quello degli appalti pubblici, che spesso, purtroppo, è stato territorio di conquista. Siamo certi che il Comune di Favignana sarà esempio, nei suoi atti, dei valori etici e politici, di cui tutti noi abbiamo bisogno, ed il nostro Gruppo consiliare continuerà a vigilare perché ciò accada”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *