Condannato a 4 anni e mezzo l´ex sindaco di Campobello

Il tribunale di Marsala ha condannato a quattro anni e mezzo di carcere l´ex sindaco di Campobello di Mazara, Ciro Caravà. L’accusa è di concussione e riguarda la richiesta di mazzette per far ottenere ad un imprenditore la concessione edilizia per la realizzazione di un albergo. Coinvolti anche i consiglieri comunali Antonio Di Natale e Giuseppe Napoli, condannati rispettivamente a tre anni e mezzo – imputazione derubricata a induzione – e a due anni di carcere – pena sospesa.
Per l’ex sindaco, non si tratta del primo guaio con la giustizia. Il 18 giugno scorso, infatti, il tribunale di Marsala lo condannò a otto mesi di reclusione per peculato d´uso, mentre circa quattro mesi prima lo aveva assolto dall´accusa di concorso in associazione mafiosa. In quest’ultimo caso, Caravà fu rimesso in libertà dopo aver trascorso due anni, un mese e 21 giorni in galera.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *