Avanti tutta della polizia nel contrasto alla criminalità

Vanno avanti incessantemente i controlli del territorio disposti dal Questore di Trapani, Maurizio Agricola, nell’ambito di una ormai consolidata strategia che intende porre un argine ai principali fenomeni delittuosi nel territorio trapanese.
Nella giornata di ieri, nella fascia oraria mattutina, è stato effettuato un controllo integrato del territorio che ha visto impegnato personale della Divisione Anticrimine, dell’U.P.G. e S.P., della Divisone P.A.S.I, della Squadra Mobile, della Polizia stradale e del Reparto Prevenzione Crimine. Al fine di rendere più incisivo il dispositivo di controllo, che ha consentito di sanzionare numerosi utenti della strada, ci si è avvalsi della valida collaborazione del Corpo della Polizia Municipale del Comune di Trapani. Nello specifico, i controlli sono stati realizzati nel quartiere “Fontanelle Sud”, noto per la recrudescenza di fenomeni di criminalità.
Significativi i risultati ottenuti grazie all’operato sinergico delle pattuglie coinvolte a vario titolo nelle specifiche attività. Ecco il bilancio: 40 persone identificate, di cui in particolare 10 con precedenti penali e con precedenti di polizia per associazione a delinquere; 67 veicoli controllati; 15 contravvenzione elevate, ai sensi del Codice della Strada, su automobili, per il mancato uso della cintura di sicurezza e per guida senza patente, e su motocicli, perché sprovvisti del contrassegno assicurativo o per mancanza della revisione periodica obbligatoria o, ancora, per l’uso del cellulare durante la guida; 10 gli esercizi commerciali controllati; 6 soggetti controllati perché sottoposti alle misure della detenzione e degli arresti domiciliari.
La costante presenza sulle strade del personale dell’U.P.G.S.P. ha consentito, inoltre, di deferire all’autorità giudiziaria, in stato di libertà, C. V., nato ad Erice nel 1982, residente ad Erice, domiciliato a Trapani, per danneggiamento aggravato in concorso con altre due persone allo stato ignote, I.A., nato ad Ottaviano (NA), classe 1962, residente a Trapani, per minacce aggravate e porto di armi od oggetti atti ad offendere, D. T., nato in Tunisia nel 1993, , e B. A., nato in Tunisia nel 1994, entrambi senza fissa dimora, per invasione di edificio di proprietà della Marina Militare Italiana.
Ad un’efficacia attività preventiva si è aggiunta quella di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti grazie alla locale Squadra Mobile, che ha proceduto a segnalare all’autorità giudiziaria in stato di libertà, B. A., nato in Tunisia nel 1994, senza fissa dimora.
Non meno rilevanti i risultati ottenuti nell’ottica della riqualificazione urbana grazie alla sezione annonaria della Polizia municipale, che ha provveduto a rimuovere rifiuti ingombranti e ferrosi abbandonati lungo le vie E. Rodolico, viale Marche, via Emilia Romagna, via tenente Alberti, via Sceusa e presso la rotonda di piazza Martiri di Nassiyria.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *