“Consiglio Comunale improduttivo”. Martines appoggia Tranchida

consi ericeIl consigliere comunale di Erice, Giuseppe Martines (Erice che Vogliamo), si unisce al malumore del sindaco Giacomo Tranchida rigurardo lo il “Consiglio Comunale improduttivo”, definendo  spregiudicato l’atteggiamento della minoranza.
«Inqualificabile l’atteggiamento dell’opposizione nella seduta consiliare di ieri – si legge in un comunicato stampa – schierata con i Consiglieri Cettina Montalto (FI), Luigi Nacci (PSI), Giuseppe Alastra (PSI), Giuseppe Vassallo (PSI) e Angela Rita Pantaleo (FI), (quest’ultimi due registrano pochissimi minuti di presenza in aula, dai due ai cinque minuti circa, quanto basta per “guadagnarsi giustificativo e gettone”), che, a seduta appena avviata, decidono di abbandonare i lavori del Consiglio, determinando di fatto la chiusura dell’intera sessione consiliare.
La sessione era stata appena avviata e si stava procedendo all’approvazione dei verbali delle sedute precedenti i cui argomenti erano già stati trattati dalla stessa minoranza consiliare. Considerato che tante erano le questioni poste all’ordine del giorno, molte frutto del lavoro delle Commissioni, proposte formulate unitamente tra maggioranza ed opposizione, mi chiedo, trattasi di incoerenza o di puro e manifestato disinteresseai bisogni della collettività ericina?
Quale logica vogliono perpetrare questi Signori Consiglieri? Dopo una serie di sedute di Commissioni,entro le quali si decide quali proposte avanzare al Consiglio, dopo che tutti i rappresentanti politici in seno alla Conferenza dei Capi Gruppo si determinano sul calendario delle sedute e sugli argomenti da porre all’Ordine del Giorno, attività tutte che i cittadini ericini onorano con la loro contribuzione, almomento di giungere all’approvazione degli stessi atti in seno al Consiglio Comunale, si viene meno all’assunzione dei doveri, senza però trascurare i bisogni personali e cioè quello di “buscar gettone”: “ritengo che tanta spregiudicata incoerenza produce solo danni alla collettività ericina”.
Uno degli argomenti posti all’ordine del giorno riguardava la modifica del tariffario Beni e Servizi Cimiteriali, frutto anche di determinazioni assunte dal governo della Città dopo lo svolgimento di una seduta consiliare aperta, apprezzabile convocazione formulata anche dalla stessa Consigliera Angela Rita Pantaleo. Quanto costa tanta “spudoratezza politica” ai cittadini ericini?»
nacci tranchidaMartines ne ha anche per il collega Luigi Nacci (PSI), protagonista in questi giorni insieme a Tranchida di un dibattito molto acceso.
«Al Consigliere Luigi Nacci che non disdegna mai di dare corso a “teatrini indecenti” al limite della sopportazione, sfocianti in una catena di polemiche che sicuramente non nutrono un forte interesse da parte dei cittadini, rivolgo l’invito affinché possa assumere un atteggiamento più responsabile, credibile e partecipativo verso le problematiche della collettività ericina di cui faccio parte e in tale veste, per gli atteggiamenti assunti dallo stesso, dichiaro di sentirmi parte economicamente lesa».
«È giunta l’ora di porre fine a tanta spregiudicatezza – conclude Martines –, tanto non risulta più accettabile. I cittadini ericini con il loro voto nel 2012 hanno dato fiducia ad una maggioranza consiliare che tra le tante cose, oltre a non avere nessun alibi, ha il dovere di scrivere nuove regole a tutela della collettività ad oggi mal rappresentata nelle sedi istituzionali. Pertanto, così come abbiamo fatto con il nuovo Regolamento delle Commissioni, il sottoscritto unitamente alla Consigliera Valeria Ciaravino, previa condivisione con gli altri Consiglieri di maggioranza, nelle prossime ore provvederà a depositare una nuova disciplina che rafforza l’assunzione dei DOVERI in capo ad ogni Consigliere Comunale, senza distinzione di maggioranza e opposizione. La cittadinanza ericina non può essere penalizzata con simili irresponsabili ed obsoleti atteggiamenti».

DSC_0005Per la cronaca, nelle prossime sedute ordinarie del consiglio comunale – convocate per oggi, martedì 1 e giovedì 3 dicembre nei locali della Sede Municipale – si tratteranno i seguenti punti all’ordine del giorno: Nomina di tre scrutatori ai sensi dell’art. 19 del Regolamento del Consiglio; Approvazione verbali sedute precedenti; Comunicazioni del Presidente; Interrogazioni ed interpellanze; Approvazione Regolamento denominato “Cittadinanza Attiva per la Città che Vogliamo”, disciplinate la attività di Volontariato per la gestione dei beni e Servizi Comunali; Approvazione modifica del tariffario Beni e Servizi Cimiteriali di cui al Piano Economico e Finanziario approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 29 Gennaio 2013; Mozione a firma della Consigliera Pantaleo Angela – Auto-riduzione del 20% delle indennità di funzione e gettoni di presenza spettanti a Sindaco, Assessori e Consiglieri Comunali; Mozione a firma del Consigliere Spagnolo Giuseppe – Acquisizione di una “App” per smartphone e tablet; Mozione a firma dei consiglieri, Ingrasciotta Antonino, Montalto Concetta, Marino Antonino e Caico Vincenzo avente ad oggetto: “Servizi Scuola Primaria a tempo pieno”; Mozione a firma del consigliere Vassallo avente ad oggetto: “La donazione degli organi come tratto identitario: Una scelta in comune”; Mozione a firma dei consiglieri, Ingrasciotta Antonino, Montalto Concetta, Marino Antonino e Caico Vincenzo e Sugamele Diego avente ad oggetto: “Istituzione Albo delle Associazioni di Volontariato”; Mozione a firma dei consiglieri, Ingrasciotta Antonino, Montalto Concetta, Marino Antonino e Caico Vincenzo e Sugamele Diego avente ad oggetto: “Viabilità e aree sosta scuole “Gemellini Asta”, “Antonio De Stefano” e “Castronovo”; Proposta di approvazione del “Regolamento Servizio Refezione Scolastica”.

Share This:

Un pensiero riguardo ““Consiglio Comunale improduttivo”. Martines appoggia Tranchida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *