Erice, concerto Trio Mythos all’Auditorium “Santa Chiara”

Si terrà mercoledì 2 dicembre, alle ore 18,30, al Palazzo del Seminario Vescovile, negli spazi dell’Auditorium “Santa Chiara”, ad Erice Casa Santa, il concerto del Trio Mythos.

Nato a Roma, il trio è formato dal violinista italiano Giuliano Cavaliere, dalla violoncellista coreana Rina You e dal pianista greco Marios Panteliadis, diplomati presso il Conservatorio “Santa Cecilia” della stessa città e successivamente perfezionati presso l’ “Accademia Nazionale di Santa Cecilia”. La formazione si è perfezionata per un anno con il Trio di Parma al corso di Musica da Camera presso la Scuola di Musica di Fiesole. Gli elementi del Trio hanno perfezionato i propri studi individuali con alcuni dei maggiori docenti e concertisti italiani: Sergio Perticaroli, Aldo Ciccolini, Sonig Tchakerian, Felix Ayo, Massimo Marin, Giovanni Sollima, Francesco Strano. Il Trio ha debuttato nel marzo 2012 nella prestigiosa Sala Accademica del Conservatorio “S. Cecilia” a Roma, onorato dalla presenza del compositore Domenico Bartolucci, di cui è stato eseguito il Trio per violino, violoncello e pianoforte. Nel mese di aprile 2012 la formazione si è esibita in due concerti negli Stati Uniti (nel rinomato Oberlin College ed a Washington), riscuotendo calorosi consensi da parte del pubblico. Successivamente il Trio si è esibito in diverse città italiane; particolarmente significativa è stata la partecipazione al Victoria Arts Festival 2013 (Malta), il cui concerto ha riscosso diversi apprezzamenti da parte della critica. I prossimi impegni vedono il trio impegnato in concerti a Roma, Siracusa (Amici della Musica) e Viterbo (Università della Tuscia). La scelta del repertorio, in costante ampliamento, è particolarmente attenta alla produzione del Novecento e a quella contemporanea. Il programma dello spettacolo prevede: Arthur Honegger  Trio Per Pianoforte E Archi, Lili Boulanger  D’un Soir Triste, Germaine Tailleferre, Trio In Fa Diesis Minore, Arvo Part Mozart Adagio, Michael Nyman Yellow Beach, Dmitri Shostakovich.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *