Operazione “Notti sicure” ad Alcamo. Movida controllata dai carabinieri

Anche nel mese di dicembre proseguono i servizi straordinari di controllo del territorio da parte dei Carabinieri di Alcamo, finalizzati a prevenire il fenomeno delle così dette “stragi del sabato sera” e a monitorare il regolare svolgimento della cosiddetta “movida”. L’obbiettivo dei Carabinieri della locale Compagnia è quello di garantire la massima presenza sul territorio delle pattuglie dell’Arma in particolare durante gli orari serali/notturni, effettuando controlli alla circolazione stradale con l’uso dell’etilometro, controlli nei pubblici esercizi, nonché garantire un più intenso pattugliamento nel centro urbano e aree periferiche per la prevenzione ed il contrasto dei reati.
Nella notte tra sabato e domenica, sono stati impegnati nei controlli ben 15 uomini della Compagnia di Alcamo, suddivisi tra alcune aliquote che hanno operato in uniforme ed altre in abiti civili. Il tutto ha consentito di trarre in arresto nella flagranza di reato un giovane spacciatore e denunciare all’Autorità giudiziaria altre tre persone.
La presenza di uomini in divisa e in borghese mescolati tra la folla tra la Piazza Ciullo, il Collegio dei Gesuiti, Piazza Mercato e le stradine del centro, ha sortito da un lato un effetto deterrente per chi volesse porre in essere condotte antigiuridiche, mentre dall’altro ha consentito inoltre di attuare una più incisiva azione di contrasto dei reati.
RENDA PIEROIn particolare, durante i controlli del fine settimana è stato tratto in arresto in flagranza di reato da parte dei militari del locale Nucleo Operativo e Radiomobile per “spaccio di sostanza stupefacente” il giovane Renda Pietro (nella foto), alcamese classe 1995, con già alcune vicissitudini giudiziarie alla spalle, poiché sorpreso dai militari in una stradina alle spalle di piazza Ciullo vendere una dose di marjuana ad un ragazzo poco più giovane il quale veniva segnalato alla prefettura di trapani quale assuntore. Inoltre la successiva perquisizione personale e domiciliare ha consentito di rinvenire in possesso del Renda altre sette dosi di sostanza stupefacente di marijuana; il ragazzo è stato immediatamente tratto in arresto e su disposizione del magistrato di turno, condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
Nella fitta rete dei controlli sono anche finiti M.F., di Palermo classe 1992 e C.G., di Partinico classe 1983, che a seguito di perquisizione personale e veicolare sono stati trovati in possesso di un coltello a serramanico di genere vietato e di alcuni manganelli, quindi  deferiti in stato di libertà per “porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere”. Guai anche per F.A., alcamese classe 1997, denunciato per guida in stato di ebbrezza, poiché sorpreso alla guida del proprio veicolo in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore al consentito.
Sempre in materia di stupefacenti, un ragazzo è stato segnalato alla Prefettura di Trapani quale assuntore di droghe, in quanto trovato in possesso a seguito di perquisizione personale, di 1 grammo circa di marijuana, sottoposta a sequestro.
I controlli, volti a “garantire e tutelare le esigenze di sicurezza e legalità dei cittadini alcamesi soprattutto durante le serate dei week-end”, continueranno “senza indugio anche nelle prossime settimane in previsione delle imminenti festività natalizie”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *