PD Pantelleria su servizio vigilanza aeroporti Pantelleria e Lampedusa

aeroporto-Pantelleria-1207Anche il Partito Democratico Pantelleria prende una netta posizione sulla vicenda dei lavoratori della KSM che non sono transitati nel nuovo istituto di vigilanza, la Metroneotte D’Italia, che si è aggiudicata la gara di appalto bandita dall’ENAC per gli aeroporti di Pantelleria e Lampedusa, e lo fa con una nota inviata al Prefetto di Trapani, alle tre maggiori sigle sindacali nazionali, all’ENAC e alle due aziende coinvolte.
“A partire dalla mezzanotte dello scorso 2 dicembre – si legge nella nota del Circolo del Partito Democratico Pantelleria, è avvenuto il passaggio delle consegne tra la KSM e la Metronotte d’Italia per il servizio di vigilanza degli aeroporti delle Isole di Pantelleria e Lampedusa. La nuova ditta che si è aggiudicata l’appalto bandito dall’ENAC, la Metronotte d’Italia, ha ormai ufficialmente dichiarato che non intende assumere alcun dipendente già occupato presso la KSM non dando, a nostro avviso, corso alle procedure previste dal CCNL per il cambio d’appalto. In questo modo trentacinque guardie giurate, sino a poco tempo fa in servizio presso gli aeroporti di Pantelleria e Lampedusa, alla data odierna risultano prive di occupazione”.
“Riteniamo – dichiara il Segretario del PD Pantelleria, Giuseppe La Francesca – che la Metronotte d’Italia stia venendo meno a quanto contemplato dal CCNL di categoria in merito al cambio di appalta, ledendo quelle che sono le tutele previste a garanzie dei lavoratori, ecco perché – continua La Francesca – esprimendo grande preoccupazione per il disagio che stanno subendo tutti i lavoratori coinvolti nella vicenda, abbiamo chiesto a S.E. Il Prefetto un autorevole intervento a tutela dei diritti delle guardie giurate, che oggi si trovano senza lavoro, ma che sino a pochi giorno fa erano impegnati nella vigilanza di due aeroporti di ‘confine’, quali sono quelli di Pantelleria e Lampedusa, mettendo la loro professionalità a servizio della sicurezza di tutti i cittadini”.
“All’ENAC inoltre – chiude la nota – si chiede di vigilare affinché venga rispettato il disciplinare di gara oltre che naturalmente il rispetto delle normative di sicurezza e il corretto svolgimento del servizio”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *