Giovane agli arresti domiciliari fermato su un pullman diretto a Palermo

I carabinieri di Calatafimi Segesta hanno tratto in arresto in flagranza di reato per evasione dagli arresti domiciliari G.P.C., classe 1994, il quale stava scontando la misura cautelare presso la comunità terapeutica assistita “Sentiero per la vita”.
Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri, impegnati nel controllo del rispetto delle prescrizioni dei domiciliari, hanno constatato l’assenza del ragazzo dal luogo stabilito dal magistrato, attivando immediatamente le ricerche. Il responsabile della comunità, ascoltato sull’accaduto, avrebbe informato i militari dell’Arma che il giovane poco prima si era allontanato arbitrariamente per recarsi a Palermo a bordo di un pullman di una nota compagnia di trasporti locale.
I Carabinieri di Calatafimi, quindi, hanno contattato telefonicamente l’autista dell’autobus, concordando uno stratagemma per fermare la corsa del mezzo. Nello specifico, il conducente ha simulato un guasto meccanico, in modo da non insospettire il ricercato, e si è fermato in una piazzola di sosta dell’autostrada A29, all’altezza di Cinisi. Nel giro di pochi minuti una gazzella è arrivata sul posto, riuscendo a fermare il fuggitivo, arrestato e ricondotto in comunità a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Tu vuoi +CLIENTI? Io posso aiutarti!!!

Oltre 4800 imprenditori fanno già parte della nostra community, ACCEDI GRATIS!!!

https://www.marcodasta.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prendi Questo BONUS, clicca qui sotto