Rapina in via Fardella: arrestato 30enne. Stretta della polizia su parcheggiatori abusivi

La Polizia di Trapani ha tratto in arresto nella giornata di ieri Carmelo Alogna, trapanese di 30 anni, pluripregiudicato, ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata in concorso.
I fatti risalgono a circa un anno fa – precisamente al 21 agosto del 2015 –, quando l’uomo si era introdotto in un esercizio commerciale di preziosi sito in via Fardella. Con il volto travisato da un casco da motociclista, aveva minacciato la commessa con un’arma e si era impossessato del denaro contante e di numerosi oggetti in oro. Il complice, intento a fare da “palo”, era stato tratto in arresto nella flagranza di reato.
Abusivi fixGli uomini della Sezione Reati contro il patrimonio della Mobile trapanese, hanno raccolto indizi precisi e concordanti circa la responsabilità di Alogna, anche attraverso la visione delle immagini di numerosi sistemi di videosorveglianza. In particolare, l’analisi della sostanza ematica rinvenuta sulla porta d’ingresso dell’attività commerciale e lasciata durante la rapina, ha permesso di estrapolare un profilo genetico compatibile con quello del rapinatore.
Sempre ieri, inoltre, il personale della Sezione Reati contro il patrimonio della Squadra Mobile di Trapani, nell’ambito di un servizio predisposto dal questore per il contrasto della criminalità diffusa, in località Erice Casa Santa, precisamente nei pressi dell’ingresso alla funivia, ha individuato tre presunti parcheggiatori abusivi. Sono state elevate sanzioni amministrative; sequestrata, inoltre, la somma di circa 200 euro, ritenuta provento della stessa attività illecita.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *