Gli stalli a pagamento: ma mi faccia il piacere!!!

totoAl peggio non c’è mai fine! Sembra una farsa alla Totò, quella degli stalli a pagamento, che domani ripartiranno con la nuova gestione ATM ma con il controllo della Polizia Municipale, così da poter raccogliere i fondi per le luminarie di queste festività. Un’Amministrazione peggiore la nostra bella cittadina non l’aveva mai avuta, un Consiglio comunale indecoroso potevamo immaginarlo ma non fino a questo punto, Consiglio che nella stessa vicenda del passaggio di gestione ha presentato degli emendamenti che i consiglieri stessi hanno poi bocciato. Una farsa dietro l’altra. Quale sarà la prossima mossa, toglieranno i servizi di pulizia del Cimitero e la gestione dell’isola ecologica? Ops, già fatto! Del resto i conti devono in ogni caso tornare, e così 37 nuovi assunti all’Atm, a tempo determinato, meno venti posti alla Trapani Servizi che svolgeva i lavori al cimitero e all’isola ecologica.

Un’Amministrazione che non tiene conto dei problemi dei suoi cittadini, dei disabili – ai quali per un periodo sono stati tolti fondi e servizi –, dei bambini – che non hanno avuto attivate le mense scolastiche –, di donne e uomini dello Sport defraudati degli impianti sportivi; un’Amministrazione che però ha avuto il tempo per alcuni mesi di occuparsi di mettere alla porta l’ex sindaco Mimmo Fazio, con una estromissione che sembra per lo più una vendetta personale. Adesso ritorna, dopo pochi giorni di pace, l’incubo dei parcheggi a pagamento, e pagheranno ancora gli abitanti del centro storico, i quali dovranno mettere mano al portafogli e ritornare a pagare per il posteggio, in quanto gli stalli gialli sono poche decine a fronte di centinaia di necessità e molto spesso sono occupati da chi non ha l’autorizzazione, e nessuno che controlli. Proprio la Polizia Municipale si lamenta perché sono molto pochi e non riescono a far fronte a tutte le loro incombenze, stesso discorso per la ZTL, che quando è in funzione, non essendo controllata, non risulta efficiente come dovrebbe.

Concludendo: considerando che questi consiglieri rappresentano sé stessi e nessun altro, sarebbe stato corretto, in relazione ai parcheggi a pagamento, di consultare alcune associazione di categoria o di quartiere per meglio farli funzionarle senza creare ancora danni ai residenti. Citiamo alcune possibili soluzioni (considerato che gli “emendamenti farsa” non potevano essere mai attuati, perché a fronte degli sconti per i residenti che proponevano un low cost di 20 centesimi l’ora invece dei 50 centesimi nelle strisce blu, zona gialla, bisogna installare colonnine ad hoc o creare una carta di pagamento solo per i residenti e/o i lavoratori, una utopia, una farsa), sarebbe più semplice togliere stalli a pagamento nel centro storico e ricollocarli, per esempio, in via Virgilio, da piazza Malta fino alla sede della Forestale, solo in un lato e nelle vie trasversali, anche queste solo in un lato, per ottenere gli stessi introiti. E se la zona fosse difficoltosa da controllare, basterebbe fornire una bici agli ausiliari ed il problema sarebbe risolto, caro generale. Ma di genialate, questa Amministrazione, non ne è capace.

Giacomo Mineo

Share This:

Un pensiero riguardo “Gli stalli a pagamento: ma mi faccia il piacere!!!

  • 28 Dicembre 2016 in 16:16
    Permalink

    Basterebbe anche istallare delle telecamere per controllare la zona a traffico limitata come succede nella stragrande maggioranza dei comuni civilizzati.
    Risultato ottimo controllo della zona a traffico limitato e di conseguenza dei parcheggi per i residenti.
    Inoltre per gli stalli a pagamento basterebbe copiare altri comuni che utilizzano metodi di pagamento del 20′ secolo come le app o i telepass , senza quindi la necessità di realizzare tessere o colonnine speciali.

    GDG

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *