Tentavano di rubare rame in zona Xitta, due fermati

rameStavano per sottrarre dei cavi di rame dal dissalatore di Xitta per rivenderli e trarne profitto ma sono stati prontamente bloccati dai Carabinieri di Paceco. Michele Scardina e Davide Ferrara, rispettivamente di 53 e 20 anni ed entrambi residenti a Trapani, sono stati arrestati in flagranza per furto aggravato in concorso. Secondo quanto ricostruito dal comunicato ufficiale del comando provinciale dei Carabinieri di Trapani, i loro piani sono sfumati grazie all’intervento dei Carabinieri, che li hanno bloccati mentre erano ancora intenti a caricare la refurtiva sui propri mezzi, dopo aver notato due veicoli, a poca distanza tra loro, nelle pertinenze del dissalatore e, insospettiti, i militari hanno deciso di procedere ad un controllo di polizia. I Militari dell’Arma avevano da subito notato che la recinzione del dissalatore era stata in parte rimossa per consentire un più agevole ingresso ed hanno rinvenuto, nei pressi dei veicoli, numerose matasse di cavi di rame, tranciate poco prima, pronte per essere trasportate altrove per un totale, sono stati recuperati più di 300 kg di cavi di rame e circa 450 kg di altro materiale ferroso.
L’ennesimo furto nei confronti di una struttura d’interesse che è stato sventato dai carabinieri del trapanese.
Dopo essere stati dichiarati in arresto e accompagnati in caserm, i due sono stati prontamente arrestati e posti al regime degli arresti domiciliari. Il Gip el Tribunale di Trapani, ha infine imposto epr Giardina, l’obbligo di dimora nel Comune di Erice.

Tommaso Ardagna

 

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *