Acqua inquinata in un quartiere di Trapani, il commissario ne vieta l’utilizzo

acqua-impianti-idrigi-inici-pozzi-trapaniDivieto assoluto di utilizzare l’acqua delle rete idrica comunale per coloro che abitano, a Trapani, nella zona compresa tra le vie Salvatore Lonero, XI Maggio, Castellammare, Milo e Conte Agostino Pepoli. L’ordinanza è stata emessa dal commissario straordinario del Comune Francesco Messineo, dopo che è stato riscontrato, attraverso le analisi di laboratorio, l’inquinamento dell’acqua. La contaminazione dell’acqua, con parametri più alti rispetto a quelli consentiti dalla legge, era stata segnalata dagli abitanti della zona che avevano riscontrato che l’acqua che usciva dai rubinetti di casa era torbida e maleodorante. Le analisi hanno confermato quanto temuto.

Per individuare le cause della contaminazione della rete idrica, fanno sapere dal Comune, “sarà necessario procedere, tramite una ditta specializzata, all’ispezione di tutti i tombini sia della rete idrica che della rete fognaria nonché  effettuare scavi per i sondaggi su tali reti”. Il commissario, vista la necessità di procedere con urgenza, ha stabilito di ricorrere “all’impiego dell’impresa che al momento si occupa della manutenzione ordinaria delle reti idriche in città, nei limiti delle risorse economiche ancora disponibili e, nel caso non sufficienti, si provvederà con apposito verbale di somma urgenza”.

Con la stessa ordinanza il Commissario, oltre a disporre il divieto assoluto di utilizzo dell’acqua proveniente dalla rete idrica comunale, ha stabilito che vengano predisposti appositi avvisi per informare i cittadini che abitano nella zona compresa all’interno del quartiere Sant’Alberto, nei pressi di via Marsala.  È compito del dirigente del sesto settore “attuare ogni provvedimento urgente utile all’individuazione della causa dell’inquinamento ed alla sua eliminazione per la risoluzione del problema”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *