“Persi 5mila posti di lavoro in 10 anni nel Trapanese”. La denuncia della Uil

Giuseppe TumbarelloIl dato è emerso nel corso dei lavori del diciassettesimo congresso territoriale del settore edile della Uil. Giuseppe Tumbarello, che è stato confermato segretario generale Feneal Uil Trapani ha evidenziato che “la crisi ha colpito duramente questo settore. I dati per la nostra provincia sono drammatici: in particolare, dal 2008 ad oggi gli addetti occupati nel comparto edile sono diminuiti di oltre 5.000 unità passando dalle  10.877 alle 5.173, così come le ore lavorate sono passate 8.542.503 del 2008 a 2.503.792 del 2013. Le imprese attive hanno registrato un calo del  40 per cento passando dalle 2.311 del 2008 alle 1292 del 2017, con conseguente calo della massa salariale che nello stesso periodo è diminuita di circa 50.000 milioni di euro. La politica e le istituzioni – aggiunge infine  Tumbarello – devono acquisire la consapevolezza che  l’occupazione ed il mantenimento dei livelli occupazionali  è una priorità assoluta, poiché il problema non è soltanto la salvaguardia del posto di lavoro, ma diventa indispensabile  la salvaguardia del valore del lavoro, della professionalità e competenza acquisita da ogni singolo lavoratore edile, che non va dispersa ma deve essere preservata ed utilizzata quando il settore si avvierà verso la ripresa”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *