Spacciava mentre era ai domiciliari, un fermo dei carabinieri

droga TPSpacciava droga, nonostante fosse ai domiciliari. È quanto risulta ai Carabinieri del Norm della compagnia di Trapani, coadiuvati dall’unità cinofila di Palermo che hanno arrestato un 23enne, Gianluca Dardo, con precedenti di polizia in materia di sostanze stupefacenti e sottoposto in atto alla misura cautelare  degli arresti domiciliari.

I militari avendo il sospetto che il giovane potesse detenere all’interno della propria dimora della sostanza stupefacente, approfittando dell’ausilio dell’unità cinofila, hanno deciso di irrompere nell’abitazione di via Argenteria,  per procedere ad una perquisizione domiciliare.

L’attività si è conclusa positivamente: il cane ha immediatamente fiutato l’odore dello stupefacente che era stato abilmente nascosto dal 23enne in uno dei mobili della cucina. In particolare, venivano rinvenuti 32 grammi di hashish, 5 di cocaina oltre ad un bilancino di precisione ed apposito materiale per il confezionamento della sostanza.

Dardo, condotto in caserma per le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto dai militari dell’arma e dovrà rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Terminate le operazioni, è stato tradotto presso la Casa Circondariale “San Giuliano” di Trapani a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *