Si è conclusa la 19° edizione del progetto “Icaro” della polizia Stradale

Anche quest’anno col progetto Icaro la Polizia Stradale è stata presente in tutte le scuole della provincia partendo dalle scuole dell’infanzia fino ad arrivare ai giovani delle scuole secondarie di secondo livello. Tale progetto è arrivato al suo 19° anno e continua a formare e sensibilizzare, in maniera efficace e con immutato entusiasmo, i giovani sul tema delle sicurezza stradale e sui pericoli di una guida “senza regole”.

La prima causa di morte ancora oggi è l’incidentalità stradale e quello che gli operatori di Polizia chiedono in questi incontri agli utenti della strada, giovani o adulti che siano, è “ di aiutarci ad aiutarli”. Un maggiore rispetto delle regole porterebbe infatti ad una diminuzione delle vittime per incidenti stradali e per far ciò è necessario il contributo di tutti.

Sono stati formati in tutta la provincia 1200 giovani, raggiungendo non solo le scuole della  città di Trapani, ma anche quelle di Mazara del Vallo, Paceco, Erice Castelvetrano e Alcamo, con la promessa per il prossimo anno di essere ancora più capillari sul territorio. In 13 giornate didattiche la Polizia Stradale ha incontrato una scuola dell’infanzia, quattro scuole primarie e sei secondarie.

La novità di quest’anno scolastico è stato l’incontro con circa 110 giovani e adulti di alcuni enti di formazione della provincia. Tali incontri sono stati molto proficui in quanto hanno permesso alla Polizia di incontrare non solo i più giovani, ma anche tanti adulti con i quali normalmente è più difficile trovare occasioni d’incontro , ma che essendo dei modelli per i più giovani, sono un’importante punto di formazione e sensibilizzazione.

Con i più piccoli a far compagnia ai poliziotti nelle scuole c’è stata anche Pina, il cane adottata dalla Polizia Stradale di Trapani dal gennaio di quest’anno dopo essere stata salvata in autostrada. Il suo aiuto ci ha permesso di meglio veicolare il messaggio della sicurezza stradale e sensibilizzare i bambini anche sul valore degli animali.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *