La Nazionale Paratriathlon un mese a Trapani per prepararsi alle Paralimpiadi di Tokio 2020

. La Nazionale italiana paralimpica di Triathlon ha scelto la città capoluogo come sede della sua preparazione per  “ il clima mite, la conformazione del territorio, piana che consente l’attività di ciclismo e la presenza di un campo di atletica e la piscina”, ha detto Mattia Cambi, direttore tecnico della squadra nel corso di un incontro tenutosi ieri a palazzo D’Alì, presenti il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore Enzo Abbruscato,  , il vice presidente regionale Fitri Leo Vona che coordina tutto il raduno,  la delegata provinciale del Coni Elena Avellone, il presidente del Panathlon Club Roald Vento, il direttore dell’Inail  di Trapani Mario Bosco, il presidente del Comitato Provinciale Paralimpico Enzo Cacio e Sergio Di Bartolo Aquarius Nuoto. La squadra è composta, oltre che da Mattia Cambi, dai tecnici Diego De Francesco, Antonio Serratore, Matteo Torre, Luca Zenti e dal massaggiatore Umberto Mariano. Gli atleti sono Giovanni Achenza, testimonial e ambasciatore Inail, Pier Alberto Buccoliero, Rita Cuccuru, Veronica Yoko Plebani, Anna Barbaro con la guida Charlotte Bonin, Federico Sicura e Ivan Resti. Gli azzurri  da  fine febbraio ad aprile saranno impegnati ad Abu Dabi, quindi nelle prove di Coppa del Mondo sino al 28 giugno, per ottenere il punteggio idoneo a partecipare alle Paralimpiadi di Tokio..

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *