Indiana Jones: Castellammare si trasforma in un set a cielo aperto. Arriva Harrison Ford per 15 giorni alla ricerca della città sconosciuta

Vetrina internazionale con la produzione cinematografica hollywoodiana della nota saga.

Il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore Maria Tesè: “una straordinaria opportunità di promozione per il nostro territorio. Importante anche l’indotto per professionisti, attività economiche e maestranze. Castellammare del Golfo si conferma location ideale per il cinema: ciak in corso per ben tre produzioni”.

Sbarca a Castellammare Indiana Jones, il famosissimo archeologo interpretato da Harrison Ford che arriva in città per girare il quinto episodio della saga: Castellammare del Golfo tra le protagoniste di una produzione cinematografica internazionale con attori di fama mondiale e centinaia di persone impegnate. Il set è in allestimento tra il viale Zangara -la cala marina- e il quartiere San Giuseppe.

«Una importantissima occasione per far conoscere la nostra città. Una vetrina internazionale unica ma anche un ritorno non indifferente per alberghi e ristoranti e con l’impiego di maestranze e professionisti locali in riferimento alla produzione internazionale -affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Cultura e Turismo Maria Tesè- ne siamo onorati ed orgogliosi così come per le altre produzioni che in questi mesi hanno girato e continuano a farlo, nella nostra città e che ringraziamo per la scelta».

Non nascondono l’entusiasmo il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Cultura Maria Tesè per l’arrivo in città della imponente produzione cinematografica della saga di indiana Jones che, per il tramite della Eagle Pictures -una delle più importanti società di distribuzione e produzione cinematografica italiana -, ha scelto mesi fa Castellammare del Golfo per girare alcune scene del colossal che vede ancora protagonista, a 79 anni, l’amatissimo Harrison Ford. Il film, prodotto dalla Walt Disney, sarà ambientato nel 1969 ed uscirà nelle sale cinematografiche a luglio 2022.

Ciak in corso per tre produzioni.

Castellammare del Golfo in queste settimane è un set a cielo aperto poiché oltre ad Indiana Jones, sono in corso le riprese di altri due film: fino al 16 ottobre “Un Mondo Sotto Social” per la regia del duo comico “I soldi spicci” prodotto da Attilio De Razza che sarà distribuito nel 2022 da Medusa; per Amazon la Indigo film ha scelto la frazione di Balata di Baida ed il castello per le riprese della serie tv “The bad guy”: con Luigi Lo Cascio e Claudia Pandolfi per la regia di Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana in esclusiva su Prime Video in Italia e in oltre 240 Paesi e territori nel mondo nel 2022.In programma da oggi fino al 14 ottobre, le riprese sono state però rimandate per la pioggia.

In estate il Comune ha concesso il patrocinio alla società Groenlandia s.r.l., per le riprese del film con il noto attore Aldo Baglio “Una boccata d’aria”, per la regia di Alessio Lauria. Poco prima Ficarra e Picone, per conto della Tramp limited, avevano registrato alcune scene della fiction Netflix “Incastrati” e Scopello e altri scorci di Castellammare sono stati tra i protagonisti della fiction “Màkari”, per la regia di Michele Soavi e con Claudio Gioè, prodotta da Palomar e andata in onda su Rai1.

«Onorati della scelta da parte di tutte le produzioni cinematografiche, italiane ed estere, che ci auguriamo possano fare da richiamo per il cine turismo facendo conoscere e inducendo alla curiosità per le nostre bellezze mostrate sul piccolo e grande schermo. I set saranno blindati -spiegano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Cultura e Turismo Maria Tesè- e ci saranno alcuni disagi poiché alcune zone della città saranno completamente chiuse per consentire le riprese ma siamo certi che i nostri concittadini comprendono l’importanza che ha per Castellammare questa produzione internazionale così come le altre che ci hanno scelti confermando la nostra città come location ideale per più tipologie e generi di film e fiction nazionali ed estere. Ringraziamo quanti stanno collaborando con le produzioni»

La viabilità.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *