La magia del Ciclope a Erice e le prove aperte al pubblico dello spettacolo teatrale “Van Gogh, la discesa infinita”

Domenica 28 agosto Ore 19.00 Weisskopf-Ciclope di Erice
 
Dopo anni di chiusura il Ciclope di Erice apre le sue porte al teatro e alla cultura per un giorno.

Domenica  28 agosto, alle ore 19.00, negli spazi del Weisskopf-Ciclope di Erice della Fondazione Ettore Majorana, sarà possibile assistere, su prenotazione, alle prove generali aperte di “Van Gogh, la discesa infinita”,  una pièce teatrale, avvincente e commovente, scritta e diretta da Paola Veneto, ispirata al libro “Follia? Vita di Vincent Van Gogh”, di Giordano Bruno Guerri.
Si tratta di una produzione de “Il Cigno” di Lorenzo Zichichi e “La Colomba” di Erice. La scenografia e i costumi sono di Paola Lo Sciuto. Le musiche originali per pianoforte di Giacomo del Colle Lauri Volpi. In scena Giordano Bruno Guerri che rappresenta se stesso, Antonio Gargiulo sarà Vincent Van Gogh. Tra gli altri protagonisti Marco Paparella, Edoardo Barbone e Riccardo Avati.

Un percorso appassionato e incalzante, ricco di ricordi e suggestioni che spesso provengono dalla viva voce dei protagonisti.
Una sorta di fotografia in movimento della vita di uno degli artisti più stupefacenti e controversi di tutti i tempi. In scena Van Gogh, suo fratello Theo, Gauguin, Sien. E poi ancora Sartre e Antonin Artaud, a darci la “visione” della follia. L’arte appassionata che si trasfigura nell’anima e sulla tela dell’artista, è al centro di questa pièce che respira e palpita al ritmo unico e inimitabile di Van Gogh e di tutto quello che quest’uomo ha saputo donare al mondo.
Lo spettacolo teatrale “Van Gogh, la discesa infinita” andrà in scena in giro per la Sicilia. Farà tappa il 29 e il 30 agosto, alle ore 19.30, al Teatro Antico del Parco Archeologico di Segesta. Il 2 settembre, alle ore 20.30 sarà la volta del Teatro della Nike del Parco Archeologico di Naxos-Taormina. La breve tournèe si concluderà il 3 settembre, alle ore  20.30, al Palazzo della Cultura di Catania.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *